La Facoltà di Economia dell’Università di Pavia 6




НазваниеLa Facoltà di Economia dell’Università di Pavia 6
страница7/24
Дата27.02.2013
Размер1.55 Mb.
ТипДокументы
1   2   3   4   5   6   7   8   9   10   ...   24

PERCORSO FORMATIVO



Vengono qui presentati i corsi di laurea appartenenti alle due grandi classi delle Scienze Economiche:

  • Scienze Economico-Aziendali (classe LM-77)

  • Scienze dell’Economia (classe LM-56)

Alla descrizione analitica dei corsi di laurea segue l’indicazione dei relativi piani di studio, differenziati sulla base dei percorsi formativi rimessi alla scelta dello studente.


Si ricorda che tutti gli studenti devono presentare il piano di studi per la scelta degli insegnamenti utili al completamento dell’indirizzo di studi prescelto.

Eventuali modifiche potranno essere apportate negli anni accademici successivi.

Lo studente procederà alla compilazione on-line del proprio piano di studio: (www.unipv.it alla voce “piani di studio”); se correttamente compilato in ogni sua parte e conforme al Regolamento didattico del corso di laurea di riferimento, esso si ritiene approvato senza necessità di un’espressa deliberazione.


Commissione Piani di studio

Per ogni chiarimento in merito alla compilazione dei piani di studio gli studenti possono rivolgersi ai Referenti dei Corsi di Laurea:

- per il CdL in Economia e Legislazione d’Impresa: Prof. Luigi Rinaldi, Prof. Piero Mella, Prof. Vanetti.

- per il CdL in Economia e gestione delle imprese: Prof. Carla Bruna Cattaneo, Dott. Pietro Previtali, Prof. Dario Velo

- per il CdL in Economia, Finanza ed Integrazione Internazionale: Prof. Carluccio Bianchi, Dott.ssa Lorenza Rossi, Prof. Alberto Cavaliere.

- per il CdL in International Business and Economics: Prof. Antonio Majocchi, Dott.ssa Birgit Hagen e Prof. Antonella Zucchella.


La Facoltà di Economia contribuisce con insegnamenti tenuti dai propri docenti al Corso di Laurea Specialistica Interfacoltà in Comunicazione Professionale e Multimedialità (CPM).

Il percorso formativo di questo corso di laurea e gli insegnamenti economici in esso inseriti sono illustrati al sito Internet:

http://www-1.unipv.it/cim/magistrale/index-specia.htm
CLASSE LM-77 “SCIENZE ECONOMICO-AZIENDALI”


1. CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN ECONOMIA E LEGISLAZIONE D’IMPRESA (MELI)


Il corso di laurea in Economia e Legislazione d'Impresa si pone l'obiettivo di formare figure dotate di un elevato grado di specializzazione per governare i processi di programmazione, controllo, rilevazione e trasmissione ai terzi delle informazioni relative all'andamento e ai risultati della gestione con un'elevata sensibilità nell'interpretazione dei cambiamenti in atto sotto il profilo economico-aziendale e giuridico, dotate altresì degli strumenti cognitivi e della propensione per lo sviluppo e l'aggiornamento continuo delle conoscenze acquisite.

Il corso di laurea si propone di qualificare la formazione di esperti in Economia e Legislazione d'Impresa:

  • fornendo gli strumenti economico-aziendali e matematico-finanziari adeguati per programmare, controllare, rilevare i risultati della gestione e necessari per ricoprire posizioni dirigenziali nell'ambito dell'amministrazione, della finanza e del controllo interno delle imprese;

  • garantendo una solida preparazione economico-giuridica e tecnico-professionale, che consenta di operare nel settore della consulenza nell'area amministrativa, della revisione contabile e del controllo societario e nel campo della libera professione, ottemperati gli obblighi previsti dalla normativa al riguardo;

  • affiancando alle conoscenze economico-aziendali, matematico-finanziarie e giuridiche strumenti e metodi dell'economia politica e delle aree affini e integrative che consentano una lettura interdisciplinare delle tematiche trattate;

  • sviluppando la conoscenza di una seconda lingua straniera a livello intermedio.

Il percorso prevede un'articolazione curriculare e si articola in quattro semestri. I primi due sono caratterizzati da insegnamenti obbligatori dell'area economico-aziendale, matematico-finanziaria, giuridica ed economico-politica volti a consolidare una base metodologica interdisciplinare a livello specialistico e differenziati in funzione dello specifico percorso formativo scelto nell'ambito del corso di laurea. Il terzo e il quarto semestre offrono allo studente la possibilità di completare il proprio percorso formativo scegliendo i corsi nell'ambito di una rosa di insegnamenti caratterizzanti e una rosa di insegnamenti affini e integrativi. A completamento del percorso è prevista una prova finale con discussione della tesi di laurea.

Il corso di laurea in Economia e Legislazione d'Impresa consente quindi di maturare le seguenti competenze:

  • tecniche di redazione, analisi (lettura e interpretazione) e controllo di bilanci d'esercizio e consolidati di aziende operanti in diversi settori;

  • capacità di individuare e gestire le peculiarità giuridico-gestionali delle imprese operanti nella forma di società quotata, con particolare riferimento alle problematiche relative alla governance;

  • strumenti di analisi economico-giuridico-fiscale delle operazioni straordinarie;

  • capacità di organizzare e applicare sistemi di programmazione e controllo evoluti per la produzione di informazioni volte a supportare il processo decisionale sotto il profilo sia economico sia finanziario.

Il corso di laurea è volto pertanto a formare le seguenti figure:

  • dirigenti e consulenti dell'area amministrativa e finanziaria in aziende private e pubbliche operanti in diversi contesti economici, consapevoli delle molteplici interconnessioni esistenti tra fenomeni economici e giuridici;

  • liberi professionisti nel campo della contabilità e del bilancio, societario e finanziario dotati di conoscenze interdisciplinari;

  • figure dotate di una forte caratterizzazione nel settore della revisione contabile e controllo societario.



Convenzione con gli ordini professionali dei Dottori Commercialisti


L’accesso alla professione di Dottore Commercialista (sezione A) è subordinato a:

  1. ottenimento di una laurea specialistica della classe 84-S o al corrispondente corso di laurea magistrale della classe LM 77, oppure ad un corso di laurea specialistica della classe 64-S, o al corrispondente corso di laurea magistrale della classe LM 56, ai sensi dell’art. 36, punto 3.a), D. Lgs. 139/2005;

  2. compimento di un tirocinio di durata triennale, ai sensi dell’art. 40, punto 1., D. Lgs. 139/2005;

  3. concluso il tirocinio, superamento dell’esame di Stato per l’abilitazione all’esercizio della professione; l’esame di Stato consta, ai sensi dell’art. 46, D. Lgs. 139/2005, di:

    1. tre prove scritte, di cui una a contenuto pratico, dirette all'accertamento delle conoscenze teoriche del candidato e della sua capacità di applicarle praticamente;

    2. una prova orale interdisciplinare diretta all'accertamento delle conoscenze del candidato.


Per effetto del D. Lgs. 139/2005 e della convenzione specificamente stipulata con gli Ordini di Pavia, Voghera, Vigevano (ma la presente convenzione ha validità generale anche per gli altri Ordini professionali) si è stabilito che uno studente iscritto al corso di laurea in Economia e Legislazione d’Impresa (LM 77) – corso che consente il rispetto della struttura e dell’articolazione degli insegnamenti richiesta specificamente dal D. Lgs. 139/2005 e dalla Convenzione quadro CNDCEC/Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca – può:

  1. iniziare il tirocinio professionale dalla data di inizio dei corsi del primo anno di laurea Magistrale;

  2. svolgere il tirocinio professionale in parallelo al corso biennale magistrale: il tirocinio deve essere complessivamente di 1000 ore così articolate:

  1. 500 per lo svolgimento della tesi di laurea, nelle stesse materie previste per le prove dell’esame di Stato (e corrispondenti agli attuali corsi Secs-P/07, Secs-P/09, Ius-04 della laurea Magistrale in ELI; è possibile, previo parere del responsabile del corso di laurea, svolgere la tesi su argomenti differenti a condizione di dimostrare la valenza professionale dei risultati conseguibili con il lavoro di ricerca svolto);

  2. 500 ore di pratica professionale (di cui al massimo 100 frequentando corsi e seminari su argomenti professionali, organizzati in ambito accademico, dagli ordini professionali e da terzi) la cui natura deve essere coerente con gli argomenti rientranti nelle materie previste per le prove dell’esame di Stato;

  3. le 500 ore di pratica professionale posso essere svolta presso un dottore commercialiste o un esperto contabile iscritto all’albo professionale sezione A da più di cinque anni e che eserciti:

  • l’attività professionale (uno studio professionale singolo o associato);

  • l’attività nell’ambito di una società di revisione;

  • l’attività nell’ambito di una qualsiasi impresa, ente pubblico o altra istituzione (nel rispetto della condizione citata sub b).

Il tirocinio professionale deve essere svolto secondo modalità che consentano allo studente la regolare frequenza dei corsi universitari, quindi, appare logico che sia svolto in orari e periodi differenti da quelli delle lezioni dei corsi della laurea Magistrale.

In relazione al punto b), si specifica che il tirocinante può chiedere di svolgere il tirocinio secondo modalità differenti, ad esempio tramite lo svolgimento di attività di ricerche, studi e approfondimenti delle tematiche oggetto della professione, nell’ambito di imprese, enti ed istituzioni a ciò dedicate, previo parere favorevole dell’Ordine professionale territorialmente competente e del responsabile del corso di laurea magistrale. In questo caso l’Ordine professionale nomina un Professionista supervisore dell’attività svolta.

In relazione al punto c), si specifica per maggior chiarezza che il tirocinio non deve essere necessariamente svolto presso uno studio di commercialisti, ma anche presso un commercialista o un esperto contabile che svolge la sua attività come lavoratore dipendente in un’impresa.

Lo svolgimento di questo tirocinio “convenzionato”, parallelo ai due anni del corso di laurea magistrale, consente, se sono rispettate le condizioni previste dalla convenzione:

  1. il riconoscimento nel percorso formativo della laurea Magistrale di ulteriori 12 crediti, oltre ai 120 di base, qualificati “tirocinio formativo D. Lgs. 139/2005 o Convenzione quadro CNDCEC/Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca”;

  2. il riconoscimento della laurea magistrale quale due anni di tirocinio sui tre complessivamente previsti per l’accesso alla professione;

  3. l’esonero dalla svolgimento della prima prova scritta in sede di esame di Stato per l’accesso alla sezione A dell’Albo.


L’esonero dalla prima prova scritta vale anche per coloro che, avendo compiuto i regolari tre anni di tirocinio, risultino in possesso dei seguenti requisiti curriculari:


  • ottenimento, durante la laurea triennale, dei seguenti crediti formativi:


Tabella 1


CFU minimi

Ambito disciplinare

24 CFU

SECS-P/07 Economia aziendale

15 CFU

SECS-P/08 Economia e gestione delle imprese

SECS-P/09 Finanza aziendale

SECS-P/10 Organizzazione aziendale

SECS-P/11 Economia degli intermediari finanziari




  • ottenimento, durante la laurea magistrale, dei seguenti crediti formativi:


Tabella 2


CFU minimi

Ambito disciplinare

18 CFU

SECS-P/07 Economia aziendale

9 CFU

SECS-P/08 Economia e gestione delle imprese

SECS-P/09 Finanza aziendale

SECS-P/10 Organizzazione aziendale

SECS-P/11 Economia degli intermediari finanziari

21 CFU

IUS/04 Diritto commerciale

IUS/05 Diritto dell’economia

IUS/12 Diritto tributario

IUS/15 Diritto processuale civile

IUS/17 Diritto penale


Parte dei crediti formativi da ottenere durante la laurea magistrale possono essere già stati acquisiti durante la laurea triennale in aggiunta a quelli specificamente richiesti alla tabella 1 o possono essere acquisiti attraverso il sostenimento di esami da inserire in sovrannumero nel piano di studi.


Percorso in AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO




2 insegnamenti tra:




500229  Analisi della congiuntura 6 CFU

500245  Economia del personale 6 CFU

500790  Analisi economica del diritto 6CFU

500290  Teoria dell’impresa 6CFU



PRIMO ANNO (60 CFU)



500278 X Principi contabili internazionali 9CFU



500274 X Modelli matematici per la finanza 6CFU



500244 X Economia aziendale (Teoria del controllo) 9CFU



500239 X Diritto delle società quotate e delle operazioni straordinarie 9CFU






1 insegnamento tra:


caratterizzanti


500288  Strategia e politica aziendale 9CFU

503426  Gestione dei sistemi e dei processi informativi aziendali 9CFU

501567  Economia dei gruppi e delle concentrazioni aziendali 9CFU

500260  Governance e controllo interno 9CFU

501568  Economia delle aziende pubbliche e dei servizi di pubblico interesse 9CFU






1 insegnamento tra:


affini/integrativi


503420  Diritto societario dell’Unione Europea 6CFU


500515  Diritto industriale 6CFU


500238  Diritto delle crisi d’impresa 6CFU


500240  Diritto dei contratti d’impresa 6CFU

SECONDO ANNO (60 CFU) attivo dall’a.a. 2012-13



500255 X Finanza aziendale (progredito) 9CFU






X Un insegnamento tra:


501037  Lingua Francese (perfezionamento) 3CFU


501038  Lingua Spagnola (perfezionamento) 3CFU


501039  Lingua Tedesca (perfezionamento) 3CFU






1 insegnamento tra:


caratterizzanti


500288  Strategia e politica aziendale 9CFU

503426  Gestione dei sistemi e dei processi informativi aziendali 9CFU

501567  Economia dei gruppi e delle concentrazioni aziendali 9CFU

500260  Governance e controllo interno 9CFU

501568  Economia delle aziende pubbliche e dei servizi di pubblico interesse 9CFU






1 insegnamento tra:


affini/integrativi


503420  Diritto societario dell’Unione Europea 6CFU


500515  Diritto industriale 6CFU


500238  Diritto delle crisi d’impresa 6CFU


500240  Diritto dei contratti d’impresa 6CFU




1 insegnamento (9CFU) scelto liberamente tra quelli attivati dalla Facoltà (di livello magistrale):





X Prova finale 24CFU


Percorso GOVERNANCE, CONTROLLO E REVISIONE




500278 X Principi contabili internazionali 9CFU



500273 X Metodi e modelli per le scelte economiche 6CFU



500281 X Revisione aziendale 9CFU



500239 X Diritto delle società quotate e delle operazioni straordinarie 9CFU



500260 X Governance e controllo interno 9CFU



500790 X Analisi economica del diritto 6CFU



500229 X Analisi della congiuntura 6 CFU




PRIMO ANNO (60 CFU)




1 insegnamento tra:


affini/integrativi


503420  Diritto societario dell’Unione Europea 6CFU


500515  Diritto industriale 6CFU


500238  Diritto delle crisi d’impresa 6CFU


500240  Diritto dei contratti d’impresa 6CFU


503431  Trasparenza dell’informativa finanziaria 6CFU




SECONDO ANNO (60 CFU) attivo dall’a.a. 2012-13



503447 X Analisi finanziaria e finanza delle operazioni straordinarie 9CFU





1 insegnamento tra:


affini/integrativi


503420  Diritto societario dell’Unione Europea 6CFU


500515  Diritto industriale 6CFU


500238  Diritto delle crisi d’impresa 6CFU


500240  Diritto dei contratti d’impresa 6CFU

503431  Trasparenza dell’informativa finanziaria 6CFU






X Un insegnamento tra:


501037  Lingua Francese (perfezionamento) 3CFU


501038  Lingua Spagnola (perfezionamento) 3CFU


501039  Lingua Tedesca (perfezionamento) 3CFU



1 insegnamento tra:


caratterizzanti


500288  Strategia e politica aziendale 9CFU

501568  Economia delle aziende pubbliche e dei servizi di pubblico interesse 9CFU

501567  Economia dei gruppi e delle concentrazioni aziendali 9CFU

500244  Economia aziendale (Teoria del controllo) 9CFU




1 insegnamento (9CFU) scelto liberamente tra quelli attivati dalla Facoltà (di livello magistrale):





X Prova finale 24CFU


NOTA IMPORTANTE PER LA SCELTA DEGLI ESAMI

Per gli studenti che vogliono usufruire della convenzione PWC:


  1. devono inserire come insegnamento libero:

500280 Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali 9 CFU


  1. uno tra gli affini e integrativi deve essere obbligatoriamente:

503431Trasparenza dell’informativa finanziaria 6CFU


Convenzione con PwC


L’Università degli Studi di Pavia ha stipulato una convenzione con PwC, al fine di facilitare l’accesso alla professione del revisore contabile. La convenzione dà diritto agli studenti che scelgono il percorso in Governance Controllo e Revisione di ottenere dalla suddetta società l’assunzione in contratto di apprendistato professionalizzante previsto dal protocollo nazionale d’intesa allegato al contratto collettivo nazionale del comparto di riferimento per il settore. Per ottenere l’inserimento presso PwC, gli studenti devono possedere i seguenti requisiti:

  1. si siano laureati in Economia e Legislazione di Impresa, Laurea Magistrale;

  2. se non ancora laureati, possono ugualmente richiedere l’assunzione già dal termine della sessione di esami del primo semestre del secondo anno se hanno superato complessivamente almeno l’80% degli esami previsti nel primo anno e nel primo semestre del secondo anno.

  3. se provengono da un altro percorso della laurea in Economia e Legislazione d’Impresa possono modificare il loro piano di studi, al fine di rispettare le condizioni di cui al punto 6);

  4. non abbiano ancora compiuto 26 anni;

  5. abbiano la media dei voti degli esami non inferiore a 26;

  6. gli studenti per beneficiare della convenzione, indipendentemente dal percorso scelto, devono aver inserito tra gli esami i seguenti: revisione aziendale; sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali; analisi della trasparenza nell’informativa economica (governance e controllo interno);


PwC è anche disponibile per fornire collaborazione nello svolgimento di tesi di laurea magistrale aventi per oggetto il bilancio e l’attività di revisione.

Per ottenere maggiori informazioni su:

  1. contenuti della convenzione,

  2. dettagli su offerta formativa professionalizzante,

  3. l’organizzazione e le opportunità di carriera in PwC, si può consultare il sito www.pwc.com, area Italy, sezione career.


Per ulteriori chiarimenti si prega di contattare l’Unità Organizzativa External Relations di PwC


2. CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE (MEGI)


Il Corso di laurea magistrale in Economia e gestione delle imprese si propone di offrire una solida preparazione manageriale in grado di fornire ai partecipanti le conoscenze necessarie ad affrontare i continui mutamenti e l'evoluzione che caratterizzano gli attuali sistemi economico-sociali.

Peculiarità del profilo formativo del laureato in Economia e gestione delle imprese è il carattere multi-disciplinare. Tale tipo di preparazione risponde ad una chiara esigenza del mercato e si colloca tra le aree convergenti del management delle imprese sia private (profit e non profit) che pubbliche.

Questa preparazione è bivalente: da un lato si caratterizza per una buona conoscenza dei sistemi d’impresa e dei processi che ne caratterizzano il funzionamento ed è volta a dotare gli studenti degli strumenti d'analisi che costituiscono la base fondamentale della conoscenza manageriale; dall’altro offre agli studenti la possibilità di costruire un proprio percorso formativo acquisendo maggiori competenze in più specifici ambiti applicativi.

Il corso di Laurea Magistrale si propone di fornire una formazione teorica e metodologica avanzata che consenta al laureato in Economia e gestione delle imprese di formulare scelte strategiche coerenti con il contesto competitivo in cui si troverà ad esercitare la propria attività professionale o direzionale e di implementarle attraverso l'organizzazione delle principali funzioni aziendali.

I laureati del corso in Economia e gestione delle imprese al termine del percorso di studi:

  • avranno acquisito un'approfondita conoscenza dei processi gestionali e delle logiche che ispirano le scelte imprenditoriali;

  • avranno completato la conoscenza dei quattro linguaggi che caratterizzano la gestione aziendale - giuridico-istituzionale, economico politico, quantitativo ed economico-aziendale - e saranno in grado di svilupparne le applicazioni nelle principali aree funzionali della gestione aziendale;

  • avranno acquisito una adeguata padronanza delle strumentazioni quantitative a supporto dell'analisi dei processi e delle decisioni in relazione agli specifici ambiti applicativi riconoscibili nell'articolazione in percorsi formativi;

  • saranno in grado di misurare, rappresentare e controllare i principali fenomeni gestionali e strategici dell'azienda e, nel contempo, saranno in grado di acquisire in forma autonoma le informazioni necessarie ad interpretare i fenomeni economici ed a gestire le conseguenti problematiche aziendali;

  • saranno in grado di porsi in relazione con i diversi stakeholder e di comunicare loro informazioni e risultati, tenendo conto del diverso livello di specializzazione e competenza dell'interlocutore e del ruolo che lo stesso occupa;

  • avranno acquisito gli strumenti cognitivi e la propensione per lo sviluppo e l'aggiornamento continuo delle conoscenze acquisite e sapranno apprendere attraverso l’esperienza diretta ma anche sperimentando nuove modalità formative.

Sulla base di queste premesse si è delineato un percorso formativo, articolato in quattro semestri, in cui, ad un insieme di insegnamenti fondamentali volti a fornire solide basi metodologiche, si affianca un insieme di insegnamenti a carattere multidisciplinare in grado di valorizzare i diversi settori scientifico disciplinari che maggiormente contribuiscono alla definizione del profilo formativo proprio del corso di laurea.

Obiettivo del CdLM è consentire allo studente di maturare le competenze necessarie per comprendere ed interpretare, alla luce dei mutamenti indotti dal processo di globalizzazione e d'integrazione europea, i complessi processi di sviluppo ed innovazione che caratterizzano il sistema economico-produttivo nazionale ed internazionale. Nel contempo, il corso di laurea si propone di dotare gli studenti d'adeguati strumenti operativi atti a modellare figure professionali capaci di ricoprire ruoli manageriali ed organizzativi in contesti legati ai servizi, sia pubblici che privati, così come in ambiti a più alto contenuto manifatturiero.

Il percorso formativo si conclude con la preparazione e la discussione di una tesi di laurea elaborata in modo personale dal candidato sotto la supervisione di uno o più docenti.


CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE (MEGI)


PRIMO ANNO (60 CFU)


500248 ☒ Economia e gestione delle

imprese (progredito) 9CFU

500230 ☒ Analisi di bilancio 6CFU


500268 ☒ Marketing relazionale 9CFU

500289 ☒ Tecnica bancaria 6CFU





4 insegnamenti (30 CFU) secondo i criteri indicati:



1 insegnamento 9 CFU tra



500269 □ Matematica finanziaria ed attuariale

500272 □ Metodi e modelli per la gestione

aziendale

500274 □ Modelli matematici per la finanza

1 insegnamento 6 CFU tra



502832 □ Economia, informazione, organizzazione

500245 □ Economia del personale

500229 □ Analisi della congiuntura

500290 □ Teoria dell’impresa (principi)

1 insegnamento 6 CFU tra

500287 □ Storia dell’impresa

500441 □ Storia della moneta e della banca

1 insegnamento 9 CFU tra


500515 □ Diritto industriale

500237 □ Diritto dei mercati finanziari

500233 □ Aspetti legali del management delle

ICT

500239 □ Diritto delle società quotate e delle

operazioni straordinarie




SECONDO ANNO (60 CFU)

attivato a partire dall'anno accademico 2012/2013



500283 ☒ Sociologia della globalizzazione 6 CFU

500440 ☒ Diritto costituzionale europeo 6 CFU



1 insegnamento (9 CFU) secondo i criteri indicati:


1 insegnamento 9CFU tra

503453 □ Organizzazione e gestione delle

risorse umane

500276 □ Organizzazione dei sistemi informativi

aziendali














Seconda Lingua (perfezionamento) 3CFU

2 insegnamenti liberi 12CFU (tra quelli attivati dalla facoltà di livello magistrale)




Prova finale 24 CFU


1   2   3   4   5   6   7   8   9   10   ...   24

Похожие:

La Facoltà di Economia dell’Università di Pavia 6 iconUniversità di Ferrara Facoltà di Architettura

La Facoltà di Economia dell’Università di Pavia 6 iconDell'economia e delle finanze

La Facoltà di Economia dell’Università di Pavia 6 iconCultura, economia e società nella seconda metà dell’800

La Facoltà di Economia dell’Università di Pavia 6 iconDipartimento di Scienze e Metodi dell’Ingegneria, Università di Modena e Reggio Emilia

La Facoltà di Economia dell’Università di Pavia 6 iconEventuali variazioni, intervenute successivamente alla data di redaizone della presente Guida, saranno consultabili presso IL sito ufficiali dell’Università

La Facoltà di Economia dell’Università di Pavia 6 iconDeliberazioni dell’ufficio di presidenza dell’assemblea legislativa regionale

La Facoltà di Economia dell’Università di Pavia 6 icon18th wilhelm bernhard workshop on the cell nucleus pavia, September 4-8, 2003

La Facoltà di Economia dell’Università di Pavia 6 iconUnità di Staff 7 – Osservatorio Economia e Sviluppo Rurale

La Facoltà di Economia dell’Università di Pavia 6 iconUniversita' di torino

La Facoltà di Economia dell’Università di Pavia 6 iconBiblioteca Polo Facoltà di Scienze

Разместите кнопку на своём сайте:
Библиотека


База данных защищена авторским правом ©lib.znate.ru 2014
обратиться к администрации
Библиотека
Главная страница