La Facoltà di Economia dell’Università di Pavia 6




НазваниеLa Facoltà di Economia dell’Università di Pavia 6
страница14/24
Дата27.02.2013
Размер1.55 Mb.
ТипДокументы
1   ...   10   11   12   13   14   15   16   17   ...   24
Part I: Introduction

- Psychology and experiments in Economics and Finance

- Psychology in financial markets: The Efficient Markets Hyphotesis (EMH)

Critics to the EMH

- Prospect Theory and Behavioral Finance: analysis of risk decisions

(Daniel Kahneman and Amos Tversky)

- Bounded Rationality in Economics (H. Simon)


Part II: Analytical and numerical tools

  1. - Introduction to the mathematical theory of nonlinear dynamical systems.

  2. - Hints of Bifurcation Theory, Complexity and Deterministic Chaos

  3. - How to use a software for numerical simulations of dynamical systems: examples with E&F Chaos.



Part III: Applications

Models in which both analytical and numerical techniques are used:

- Applications to Consumption Theory

- Applications to Oligopolies

- Applications to Financial markets


Reading list:

Available on the lecturer's website at the beginning of the course


Assessment:

Evaluations of presentations of papers in the classroom and final written examination


BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ E SISTEMI DI GESTIONE INTEGRATA

6 CFU


Titolare del corso:

Docente da definire




COMUNICAZIONE DIGITALE E MULTIMEDIALE

Corso attivato dal Collegio Nuovo

6CFU


Titolare del corso: Prof. Roberto Bordogna (Independent Researches – Milano)


Prerequisiti: Nessuno


Metodi didattici: Lezioni Frontali


LABORATORIO DI PRAGMATICA MULTIMEDIALE


Descrizione e contenuti del corso:

Il corso nell’anno accademico 2011-12 si articola in 30 ore di lezioni a livello avanzato più esercitazioni ed esclusivamente per gli studenti della Facoltà di Ingegneria e Economia, ed è focalizzato su conoscenze correlate alle tecnologie multimediali, relative alla raccolta e condivisioni di informazioni e alla rappresentazione di conoscenze tipicamente di tipo partecipato.

In dettaglio il corso è composto dalle seguente lezioni.


[1] Architetture di ambiti tecnologici multimediali nomadici, mobili e di tipo diffuso negli ambiti di vita e azione.

[2] Concettualizzazioni e metodologie per l’analisi di processi culturali e

[3] del linguaggio naturale e

[4] dei processi di formalizzazione di conoscenze e informazioni.

[5] Ambienti di programmazione e applicativi in rete,

[6] Standard industriali per la realizzazioni di moderni ambiti di comunicazione-azione in ambito cross-culturale, con attenzione alle possibilità di governance e ai processi di formazione di identità e particolare enfasi alle culture come agenzie.

[7] Nozioni di semiotica orientata alle tecnologie e di logica avanzata

[8] Logica del primo ordine e grafi concettuali per la caratterizzazione di ambiti di comunicazione e condivisione di conoscenze.

[9] Casi di ammodernamento di oggetti.

[10] Casi di potenziamento di ambiti culturali, residenziali e di azione basati sull’impiego di tecnologie multimediali con finalità di potenziamento della “realtà”.


Modalità di lavoro:

Il corso si basa su lezioni teoriche, sperimentazioni d’aula e progetti applicativi di comunicazione assistita dalle tecnologie multimediali e incoraggia la partecipazione creativa secondo modalità di ricerca-azione negli ambiti scelti dagli studenti stessi per la finalizzazione dei progetti. Il corso prevede un progetto formativo ad personam.


Esami:

Per il superamento dell’esame (orale) è richiesta l’elaborazione e la discussione teorico-pratica in sede di esame del progetto sviluppato dallo studente e realizzato sulla base della strumentazione concettuale e tecnologica proposta nell’ambito del corso. L’esame è individuale, ma è incoraggiato il lavoro in team anche su base interdisciplinare, in ambiti di diretta utilità sociale o aziendale. Gli studenti lavoratori sono incoraggiati a sviluppare un caso di studio e sperimentazione presso l’ambito lavorativo.


Manuali e opere di approfondimento:

Dispense del docente. Letture e opere di approfondimento verranno proposte ad personam in funzione dell’ambito prescelto per la sperimentazione.

Studenti non frequentanti:I non frequentanti sono pregati di contattare il Docente: roberto.bordogna@unipv.it

Orari e sede delle lezioni: Collegio Nuovo, Sezione Laureati, Via Tibaldi 4.

Per giorni e orari consultare il sito del Collegio Nuovo http://colnuovo.unipv.it.

Orario di ricevimento:

Il ricevimento studenti avverrà nell’ora precedente o successiva alla fine della lezione, previo appuntamento: roberto.bordogna@unipv.it.


Si prega di iscriversi anche su: http://colnuovo.unipv.it/corsi_seminari.html


COMPETITION POLICY

6 ECTS


Lecturer:

Alberto Cavaliere

alberto.cavaliere@unipv.it


Prerequisites:

Students are supposed to know Microeconomics and Industrial organization at an undergraduate level.


Didactic method:

The course will be based both traditional lectures aiming to present the basic ideas of modern competition policy, following the strategic perspective of game theory. Then students will be required to prepare and discuss anti-trust cases in the classroom.


Educational aim:

The course aims to make students aware of the importance of antitrust policies in modern market economies. The course should help students to understand the main distortions that can affect competition in real markets and the main policy tools to face them. Competition policy issues will be analysed both on the basis of theoretical progress made by industrial organization and following practical examples concerning both Europe and the US (antitrust cases).


Course program:

1.Competition Policy: Law and Economics

2.Market Power and Welfare

3.Market Definition and the Assessment of Market Power

4.Collusion and Horizontal Agreements

5.Horizontal Mergers

6.Vertical Restraints and Vertical Mergers

7.Predation, Monopolisation and Other Abusive practices

8.The main antitrust cases that will be reviewed concern Information Technology, Energy and Telecommunications


Reading list:

Massimo Motta “Competition Policy” Cambridge University Press, 2004 (chapters to be detailed during the lectures)


Assesment:

Evaluations of presentations of antitrust cases by students in the classroom and final written examination


CONTEMPORARY ECONOMIC HISTORY

6 ECTS


Lecturer:

Mario Rizzo

mrizzo@unipv.it


Prerequisites: None


Didactic method:Frontal Lessons


Course program:

The course aims at providing students with an up-to-date understanding of the main aspects and trends of the world economy during the 20th and early 21st centuries. Great attention will be devoted to the study of the crucial interaction between the socio-economic, political, and strategic factors which played a pivotal role in shaping contemporary history and strongly affected the performances of national economies.

A short summary of the main topics to be covered in the course includes:

An early globalization, 1880-1914

Change and continuity after the wars: prosperity and crisis in a rebuilt world economy

Beyond Western capitalism: planned economies, the Far East, the Third World

Globalization, the New Economy, and all the rest, 1988-2009

From rags to riches? BRICs and beyond


Educational aim:

The course aims at providing students with an up-to-date understanding of the main aspects and trends of the world economy during the 20th and early 21st centuries.


Reading list

Marco CATTINI, The Making of Europe. A Global Economic History, Milano, EGEA, 2010, pp. 164-171, 182-191, 218-305

GOLDMAN SACHS GLOBAL ECONOMICS DEPARTMENT, BRICs and Beyond, 2007, pp. 5-57, 73-181, 225-268 (on line: http://www2.goldmansachs.com/ideas/brics/book/BRIC-Full.pdf)

(Students will be provided with all the necessary information)


Assessment:

Oral examination

DECISIONS AND CHOICES

9 ECTS


Lecturer:

Elena Molho (1° modulo)

Elisa Caprari (2° modulo)

molhoe@eco.unipv.it

elisa.caprari@eco.unipv.it


Prerequisites: None


Didactic method: Front lessons


Educational aim:

The course will offer an organic overview of some classical instruments used in economic and financial models to develop a rational choice theory.

The methodological part will be followed by applications to economic and financial models.


Course program:

  • 1) DECISIONS UNDER RISK (3 CFU)

Utility and preference representation; Decisions under risk; Von Neumann-Morgenstern model, Absolute and relative risk aversion. Hints on modern approaches to decision theory.


  • 2) LINEAR MODELS WITH APPLICATIONS TO ECONOMICS AND FINANCE (3 CFU)

Matrices and partitioned matrices: basic calculus rules. Linear functions and linear systems: a review. Quadratic forms. Eigenvalues and eigenvectors. Diagonalization of a quadratic form. Applications to models in economics and finance.


3) OPTIMIZATION MODELS WITH APPLICATIONS TO ECONOMICS AND FINANCE (3 CFU)

Functions of many variables: calculus rules. Optimization models without constraints. Implicit functions and comparative statics. Constrained optimization and Lagrange multipliers. Applications to models in economics and finance.


For the 6 ECTS course (available from Academic Year 2012/13), only 1) and 2).


Reading list:

D. M. Kreps, A course in microeconomic theory, New York: Harvester, 1990.

C. P. Simon and L. Blume, Mathematics for economists , New York ; London : Norton, 1994.

Further readings.


Assessment:

Written examination


DIRITTO AMMINISTRATIVO DELL’ECONOMIA

6 CFU


Titolare del corso:

Martino Colucci

mcolucci@eco.unipv.it




Collaboratori:

Carlo Carrera

Diletta Dima


Prerequisiti: Nessuno


Metodi didattici: Lezioni Frontali


Obiettivo formativo del corso:

Il corso si propone di analizzare le tematiche dell'attività amministrativa nell'economia, anche alla luce dell'ordinamento comunitario


Programma:

Il corso è dedicato all’analisi del ruolo dell’amministrazione nell’economia e degli strumenti e modalità attraverso cui si esplica. Nelle lezioni comuni al corso da 6 crediti ed a quello da 9 crediti saranno trattati, anche alla luce dell’ordinamento comunitario, i temi delle privatizzazioni, dei pubblici servizi, della tutela della concorrenza e dei consumatori; nelle ulteriori lezioni del corso da 9 crediti sarà approfondito il tema dell’organizzazione amministrativa in specifico riferimento alle attività economiche (imprese pubbliche, organismi di diritto pubblico, società a capitale pubblico e misto etc.).


Bibliografia di riferimento:

Per il corso da 6 crediti:

Trimarchi Banfi F., Lezioni di diritto pubblico dell’economia, seconda edizione, Giappichelli, 2010, pagg. 1-183.


Per il corso da 9 crediti:

Trimarchi Banfi F., Lezioni di diritto pubblico dell’economia, seconda edizione, Giappichelli, 2010, pagg. 1-183; Greco G., Argomenti di diritto amministrativo, Giuffrè, 2010, pagg. 15-105.


Modalità d’esame:

Orale


DIRITTO BANCARIO

Corso attivato dalla Facoltà di Giurisprudenza

6 CFU


Titolare del corso:

Mario Cera


Prerequisiti: Nessuno


Metodi didattici: Lezioni Frontali


Obiettivo formativo del corso:

L’obiettivo formativo dell’insegnamento di diritto bancario è quello di fornire allo studente le linee generali dell’ordinamento speciale delle banche e degli altri intermediari finanziari, attraverso la considerazione degli statuti previsti per i soggetti e delle principali norme che regolano la loro attività, nonché la particolare attenzione ai profili di vigilanza pubblicistica sugli stessi. Lo studente dovrà, quindi, avere consapevolezza della specialità della disciplina legislativa, della sua rilevanza non soltanto privatistica e dell’impatto della medesima nel concreto svolgersi dell’attività da parte dei soggetti imprenditori autorizzati al suo svolgimento


Programma e Bibliografia:

Indicazioni sul programma e sulla bibliografia del corso sono reperibili sul sito: www.giurisprudenza.unipv.it


DIRITTO COMMERCIALE

6 CFU


Titolare del corso:

Paolo Benazzo A-K

Antonio Colleoni L-Z

pbenazzo@unipv.it

acoll@eco.unipv.it

Prerequisiti: Nessuno


Metodi didattici: Lezioni Frontali


Obiettivo formativo del corso:

Il corso si propone l'obiettivo di offrire un inquadramento organico del diritto dell'impresa, con precipuo riferimento alle strutture organizzative di tipo societario, facendo cogliere - in chiave critica - la specialità e la specificità rispetto alle categorie ed agli istituti del diritto privato.


Programma:

Sezione Prima (Imprenditore – statuto dell’imprenditore – azienda)

  1. Il diritto commerciale: nozione, fonti e specialità. La nozione di imprenditore nell’art. 2082 cod. civ.: gli elementi costitutivi.

  2. Inizio e fine dell’attività di impresa. L’imputazione della attività di impresa.

  3. La classificazione degli imprenditori. L’imprenditore agricolo: nozione e disciplina. Il piccolo imprenditore. L’imprenditore commerciale: nozione e statuto speciale.

  4. Lo statuto dell’imprenditore commerciale: iscrizione nel registro delle imprese; le scritture contabili.

  5. Gli ausiliari dell’imprenditore commerciale: institore, procuratore e commessi.

  6. L’organizzazione dell’imprenditore: la disciplina legale dell’azienda.

Sezione Seconda (Impresa collettiva – contratto di società – società lucrative)

  1. Dell’impresa collettiva: il contratto di società. La comunione a scopo produttivo e la comunione a scopo di mero godimento. La società e altre forme di esercizio dell’impresa in forma non individuale (associazione, fondazione, associazione in partecipazione, consorzi, associazione temporanea di imprese).

  2. Le società a scopo lucrativo: società di persone vs. società di capitali. I tipi di società di persone: s.s.; s.n.c.; s.a.s. Società occulta, società di fatto e società irregolare.

  3. La disciplina legale della società semplice: conferimenti, capitale e patrimonio. Partecipazione agli utili e alle perdite. Organizzazione interna, amministrazione, controllo e rappresentanza della società.

  4. Dello scioglimento della società e dello scioglimento del rapporto sociale limitatamente ad un socio. I casi: morte, recesso ed esclusione del socio; modello legale e modelli statutari.

  5. La s.n.c.: regole speciali.

  6. La s.a.s., regolare ed irregolare: in particolare, amministrazione e controllo della società; disciplina e ruolo del socio accomandante.

Sezione Terza (Le società di capitali: il modello azionario – la s.p.a.)

  1. I tipi di società di capitali (s.p.a.; s.r.l.; s.a.p.a.). La s.p.a.: nozione, caratteri, costituzione. La s.p.a. unilaterale. L’organizzazione patrimoniale: conferimenti, capitale e patrimonio (nozioni e cenni di disciplina).

  2. (segue): il capitale di rischio: le azioni e gli altri strumenti partecipativi. Il capitale di credito: i titoli obbligazionari (cenni).

  3. I patti parasociali nelle società chiuse e aperte.

  4. Della circolazione delle azioni: limiti convenzionali e limiti legali.

  5. Le operazioni sulle proprie azioni. Le partecipazioni in altre imprese.

  6. I titoli obbligazionari. Delle modificazioni dell’atto costitutivo. Il diritto di recesso. In particolare: aumenti e riduzioni del capitale. Il diritto di opzione.

  7. I patrimoni destinati: patrimoni unilaterali e patrimoni contrattuali.

  8. Gli organi della società e i diritti dei soci: l’assemblea e le deliberazioni dei soci.

  9. Dell’amministrazione e del controllo della società: i tre modelli legali.

  10. Il funzionamento degli organi collegiali: invalidità delle deliberazioni assembleari e delle deliberazioni consiliari.

  11. (segue): del collegio sindacale e del controllo contabile. Il sistema dualistico e il sistema monistico (cenni).

  12. La responsabilità degli organi sociali nel sistema ordinario.

  13. (segue): e nei sistemi alternativi.

  14. Le modificazioni dell’atto statutarie e il diritto di recesso del socio.

  15. Le operazioni sul capitale: aumenti e riduzioni.


Bibliografia di riferimento:

Testi consigliati, in alternativa:

  • Campobasso G.F., Manuale di Diritto Commerciale, UTET, Torino, ultima edizione;

  • Presti G., Rescigno M., Corso di diritto commerciale, Zanichelli, Bologna, ultima edizione.

  • Per la sola parte relativa alle Sezioni II-V:

  • Associazione Disiano Preite, Il Diritto delle Società, Il Mulino, Bologna, ultima edizione.



DIRITTO COSTITUZIONALE EUROPEO

6 CFU


Titolare del corso:

Maria Elena Gennusa

gennel@eco.unipv.it




Collaboratori:

Quirino Camerlengo

quirino.camerlengo@unipv.it


Prerequisiti: Nessuno


Metodi didattici: Lezioni Frontali


Obiettivo formativo del corso:

Il corso si propone di fornire agli studenti un’introduzione al diritto dell’Unione europea in una prospettiva prettamente costituzionalistica.

Per questo motivo esso si comporrà di una parte generale, di natura istituzionale, e di una parte speciale in cui verranno approfonditi quegli aspetti dell’integrazione europea di più forte contenuto costituzionale.


Programma:

Parte generale:

  • Evoluzione storica del processo di integrazione europea

  • I principi fondamentali del diritto comunitario

  • Le fonti del diritto comunitario.

  • I rapporti fra ordinamento comunitario e ordinamenti interni nella giurisprudenza della Corte di giustizia e della Corte costituzionale italiana

  • La ripartizione di competenze fra Stati e Unione europea

  • Le istituzioni europee e la forma di governo

  • Il sistema giurisdizionale dell’Unione europea

Parte speciale:

  • Il problema della Costituzione europea

  • La tutela dei diritti fondamentali fra Corte di giustizia, Corte europea dei diritti dell’uomo e giudici nazionali; la Carta dei diritti fondamentali

  • La cittadinanza europea

  • Il principio di non discriminazione; il problema della reverse discrimination

  • La democrazia nell’Unione europea

  • Regioni e Unione europea

  • Il principio di sussidiarietà


Bibliografia di riferimento:

  • M. Cartabia, M. Gennusa, Le fonti europee e il diritto italiano, Giappichelli, 2009

  • M. Cartabia (a cura di), 10 casi sui diritti in Europa. Uno strumento didattico, Il Mulino, 2011.

  • Tracce delle lezioni disponibili sulla pagina personale http://eco.unipv.it/pagp/pagine_personali/gennel/index.htm


Modalità d’esame:

Scritto



DIRITTO DEI CONTRATTI D’IMPRESA

6 CFU


Titolare del corso:

Matteo Dellacasa

matteo.dellacasa@unipv.it




Collaboratori:

Antonio Colleoni

acoll@eco.unipv.it


Prerequisiti: Nessuno


Metodi didattici: Lezioni Frontali


Obiettivo formativo del corso:

Il corso illustra la disciplina dei contratti funzionali all’esercizio dell’attività di impresa. In primo luogo, viene analizzata la regolamentazione dei contratti intercorrenti tra imprese e consumatori rinvenibile nel codice del consumo; secondariamente, si concentra l’attenzione sui contratti tra imprese maggiormente diffusi nella prassi degli operatori economici, con particolare riferimento a quelli atipici e disciplinati dalla legislazione speciale (factoring, franchising, leasing, engineering ecc.); infine, si considerano gli strumenti previsti dall’ordinamento a tutela delle imprese dotate di minor potere contrattuale a fronte di imprese economicamente più forti (subfornitura e abuso di dipendenza economica).


Programma:

Condizioni generali di contratto e clausole vessatorie

Le garanzie nella vendita di beni di consumo

I contratti conclusi fuori dai locali commerciali e i contratti a distanza

I contratti relativi alla multiproprietà

I contratti aventi ad oggetto la prestazione di servizi turistici

Il credito al consumo


La vendita e la somministrazione

I contratti di distribuzione e il franchising

Le locazioni non abitative e l’affitto

La fideiussione e le garanzie autonome

Il leasing

Il factoring

L’appalto e il contratto di engineering

I contratti bancari, il mutuo e il mutuo di scopo

I contratti di assicurazione

I contratti relativi alla prestazione di servizi finanziari

Il project financing

La subfornitura e l’abuso di dipendenza economica


Bibliografia di riferimento

Il corso ha carattere seminariale: gli studenti sono indotti a partecipare attivamente alle lezioni – mediante lo svolgimento di tesine e l’illustrazione di casi - in modo tale da consentire una valutazione in itinere dell’apprendimento. L’esame viene preparato sui materiali distribuiti dal docente (legislazione, giurisprudenza e modelli contrattuali), integrati dagli appunti delle lezioni. Ai fini della preparazione dell’esame, è indispensabile consultare un codice civile aggiornato, dotato di una buona raccolta di leggi complementari.

Si suggerisce De Nova, Codice civile e leggi collegate, Zanichelli, ultima edizione 2009.


Modalità d’esame:

L’esame consiste in un colloquio orale

DIRITTO DEI MERCATI FINANZIARI

6 e 9 CFU


Titolare del corso:

Antonio Colleoni

acoll@eco.unipv.it


Prerequisiti: Nessuno


Metodi didattici: Lezioni Frontali


Obiettivo formativo del corso:

Il corso si propone di fornire gli strumenti più idonei alla comprensione delle norme di legge e regolamentari (interne e comunitarie) che disciplinano l’intermediazione finanziaria e il funzionamento del mercato mobiliare.


Programma:

Il corso ha per oggetto la disciplina di cui al D.Lgs. 24/2/1998 n.58, successive integrazioni e modifiche.

In particolare verranno esaminati:

  • il mercato mobiliare (nozione e principi generali);

  • le autorità di controllo e vigilanza del mercato mobiliare;

  • la disciplina degli intermediari finanziari;

  • la vigilanza sui soggetti abilitati e sugli intermediari finanziari;

  • i servizi di investimento;

  • la gestione collettiva del risparmio;

  • la disciplina di ammissione alla quotazione ufficiale;

  • la disciplina degli abusi di mercato e altri aspetti penalmente rilevanti;

  • la tutela del risparmio (L.28/12/2005 n.262)


Bibliografia di riferimento:

F. ANNUNZIATA: La disciplina del mercato mobiliare, Giappichelli, Torino, ultima edizione.

R. COSTI: Il mercato mobiliare, Giappichelli, Torino, ultima edizione

I testi indicati devono considerarsi in alternativa.


Modalità d’esame:

orale


DIRITTO DEL LAVORO

Corso attivato dalla Facoltà di Giurisprudenza

6 CFU


Titolare del corso:

Andrea Bollani


Prerequisiti: Nessuno


Metodi didattici: Lezioni Frontali


Obiettivo formativo del corso:

Il corso intende illustrare le linee essenziali della disciplina del rapporto di lavoro subordinato.


Programma e Bibliografia:

Indicazioni sul programma e sulla bibliografia del corso sono reperibili sul sito: www.giurisprudenza.unipv.it



DIRITTO DELL’UNIONE EUROPEA

Corso attivato dalla Facoltà di Scienze Politiche

6 CFU


Titolare del corso:

Jacques Ziller


Prerequisiti: Nessuno


Metodi didattici: Lezioni Frontali


Obiettivo formativo del corso:

L’insegnamento si propone di delineare il sistema dell’Unione europea nella sua attuale struttura e nel suo funzionamento. Il programma si compone di una parte istituzionale e di una parte relativa al diritto materiale e alle politiche comune, offrendo allo studente una conoscenza di base dell’Unione attraverso lo studio diretto dei Trattati, dei più rilevanti testi di diritto derivato e della giurisprudenza della Corte di giustizia.


Programma e Bibliografia:

Indicazioni sul programma e sulla bibliografia del corso sono reperibili sul sito: http://www-1.unipv.it/wwwscpol


DIRITTO DELLE CRISI D’IMPRESA

6 CFU
1   ...   10   11   12   13   14   15   16   17   ...   24

Похожие:

La Facoltà di Economia dell’Università di Pavia 6 iconUniversità di Ferrara Facoltà di Architettura

La Facoltà di Economia dell’Università di Pavia 6 iconDell'economia e delle finanze

La Facoltà di Economia dell’Università di Pavia 6 iconCultura, economia e società nella seconda metà dell’800

La Facoltà di Economia dell’Università di Pavia 6 iconDipartimento di Scienze e Metodi dell’Ingegneria, Università di Modena e Reggio Emilia

La Facoltà di Economia dell’Università di Pavia 6 iconEventuali variazioni, intervenute successivamente alla data di redaizone della presente Guida, saranno consultabili presso IL sito ufficiali dell’Università

La Facoltà di Economia dell’Università di Pavia 6 iconDeliberazioni dell’ufficio di presidenza dell’assemblea legislativa regionale

La Facoltà di Economia dell’Università di Pavia 6 icon18th wilhelm bernhard workshop on the cell nucleus pavia, September 4-8, 2003

La Facoltà di Economia dell’Università di Pavia 6 iconUnità di Staff 7 – Osservatorio Economia e Sviluppo Rurale

La Facoltà di Economia dell’Università di Pavia 6 iconUniversita' di torino

La Facoltà di Economia dell’Università di Pavia 6 iconBiblioteca Polo Facoltà di Scienze

Разместите кнопку на своём сайте:
Библиотека


База данных защищена авторским правом ©lib.znate.ru 2014
обратиться к администрации
Библиотека
Главная страница