International Association of University Professors & Lecturers




Скачать 229.34 Kb.
НазваниеInternational Association of University Professors & Lecturers
страница1/9
Дата02.10.2012
Размер229.34 Kb.
ТипДокументы
  1   2   3   4   5   6   7   8   9
UNIONE SINDACALE PROFESSORI UNIVERSITARI DI RUOLO

associata alla International Association of University Professors & Lecturers

Sezione di Bologna Presidente: prof. Paolo Stefano Marcato


INFORMAZIONI UNIVERSITARIE n. 8 (12-04-2012)


Si leggono anche nel web-log

http://psm-universitas.blogspot.com/

e nel sito

http://www.universitastrends.info/


-------------------

IN EVIDENZA

RECLUTAMENTO. EFFETTI DEL DLGS 437 - RECLUTAMENTO. DLGS 437. RIVISTA LA «REGOLA DEL 90%» - ABILITAZIONI SCIENTIFICHE. IL PUNTO - FINANZIAMENTI. ARRIVA IL MULTIFONDO 2012 - RICERCA. IL FINANZIAMENTO DEGLI UNDER 40 - VALUTAZIONE. PEER REVIEW - STIPENDI DEI DOCENTI - USA. COME SONO LE UNIVERSITÀ - NUOVE VIE DELLA SCOPERTA SCIENTIFICA

-------------------

SOMMARIO


  • RECLUTAMENTO. EFFETTI DEL DLGS 437 “DISCIPLINA PER LA PROGRAMMAZIONE, IL MONITORAGGIO E LA VALUTAZIONE DELLE POLITICHE DI BILANCIO E DI RECLUTAMENTO DEGLI ATENEI”

  • RECLUTAMENTO. DLGS 437. RAPPORTO EQUILIBRATO FRA FASCE DOCENTI

  • RECLUTAMENTO. UN PARADOSSO NEL DLGS 437

  • RECLUTAMENTO. DLGS 437. RIVISTA LA «REGOLA DEL 90%»

  • RECLUTAMENTO. DLGS 437. LE “POLITICHE DI RECLUTAMENTO”: TRA NUOVE RESTRIZIONI E CONTROLLI ESTERNI

  • RECLUTAMENTO. DLGS 437. ALTRI RILIEVI DEL CUN SUI RAPPORTI DI CONSISTENZA INTERNI DEI DOCENTI

  • RECLUTAMENTO. DLGS 437. PARERE DELLA COMMISSIONE CULTURA, SCUOLA E ISTRUZIONE DELLA CAMERA

  • RECLUTAMENTO. CHIAMATE DIRETTE

  • RECLUTAMENTO. IL RAPPORTO AUREO PER I TRASFERIMENTI DA ATENEO AD ATENEO




  • ABILITAZIONI SCIENTIFICHE




  • ABILITAZIONI SCIENTIFICHE. IL PUNTO IN UN’INTERVISTA AL PRESIDENTE DEL CUN




  • FINANZIAMENTI




  • FINANZIAMENTI. ARRIVA IL MULTIFONDO 2012

  • FINANZIAMENTI. FFO 2012. PARERE DELL’ANVUR

  • FINANZIAMENTI. FFO 2012. PARERE DEL CUN

  • FINANZIAMENTI. FFO E ALTRE FONTI. DIFFERENZE TRA ATENEI

  • FINANZIAMENTI. DECRETO MINISTERIALE DEL 12 MARZO 2012 ASSEGNAZIONI FONDO FUNZIONAMENTO ORDINARIO UNIVERSITÀ 2012




  • RICERCA




  • RICERCA. STRATEGIE PER L’INTERNAZIONALIZZAZIONE

  • RICERCA. OFFERTA E DOMANDA

  • RICERCA. GRANT 2012, ASSEGNATE 95 BORSE DI STUDIO DALLA FONDAZIONE UMBERTO VERONESI

  • RICERCA. CONSIDERAZIONI DEL DIRETTORE DELLA SCUOLA INTERNAZIONALE DI STUDI AVANZATI (SISSA) DI TRIESTE

  • PRECARI DELLA RICERCA. RIDOTTI A MENO DELLA METÀ

  • RICERCA. BUONA MA POCHI FONDI

  • RICERCA. IL FINANZIAMENTO DEGLI UNDER 40

  • RICERCA E FORMAZIONE. ACCORDO CRUI-CNR PER CORSI DI ALTA FORMAZIONE E PROGRAMMI DI RICERCA NAZIONALE E INTERNAZIONALE




  • VALUTAZIONE DELLA RICERCA




  • VALUTAZIONE. IL METODO DELLA REVISIONE PARITARIA (PEER REVIEW)

  • VALUTAZIONE. PEER REVIEW. LACUNE E CRITICHE

  • VALUTAZIONE DELLA RICERCA. DA DOVE VIENE LA CENTRALITÀ DELLA VALUTAZIONE

  • VALUTAZIONE. OSSERVAZIONI A MARGINE DI UN CONVEGNO SULLA VALUTAZIONE DELLE HUMANITIES

  • VALUTAZIONE. CHIARIMENTI DELL’AREA SCIENZE ECONOMICHE E STATISTICHE

  • VQR. SOGLIE BIBLIOMETRICHE SPECIALI PER PARTE DEL GEV09

  • VQR. IL LIMITE INFERIORE DELL’ACCETTABILITÀ SCIENTIFICA




  • STATUTI




  • STATUTI APPROVATI DAL MIUR ED EMANATI IN GAZZETTA UFFICIALE al 27-03-2012

  • ADOZIONE DEI NUOVI STATUTI E DECADENZA DEI RETTORI

  • STATUTI. CDA A PIACERE




  • RETRIBUZIONI




  • STIPENDI DEI DOCENTI. UNA COMPARAZIONE SBAGLIATA

  • STIPENDI. PRECISAZIONE SUL QUOTIDIANO CHE LI AVEVA GONFIATI




  • VARIE




  • DECRETI APPLICATIVI LEGGE 240/2010 IN GAZZETTA UFFICIALE AL 28-03-2012

  • DECRETO DELEGATO DELLA L. 240/2010 SU DIRITTO ALLO STUDIO E COLLEGI UNIVERSITARI RICONOSCIUTI (ATTO N. 436)

  • GLI ORDINI PROFESSIONALI TUTELANO DAVVERO I CONSUMATORI?

  • INCREMENTARE LE RETTE COME STRUMENTO DEGLI ATENEI PER EVITARE LA PARALISI DEL RECLUTAMENTO

  • RAPPORTO TRA FASCE DOCENTI. ABILITAZIONI NAZIONALI. CHIAMATE DIRETTE

  • ON LINE DUE UNIVERSITÀ FASULLE

  • IL CONTRATTO DI DOTTORATO

  • ODONTOIATRIA. STUDENTI. SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE. RICERCA

  • TIROCINIO PER L'ACCESSO ALLE PROFESSIONI REGOLAMENTATE. DISPOSIZIONI IN MATERIA DI TESORERIA UNICA

  • PLACEMENT UNIVERSITARIO

  • DIECI MESI PER IL RICONOSCIMENTO ECONOMICO DELLA CONFERMA IN RUOLO

  • ACCORDO CRUI – MICROSOFT PER ACCESSO A NUOVE TECNOLOGIE

  • LE UNIVERSITÀ ITALIANE SONO SQUALIFICATE. LO SMENTISCONO I DATI




  • IL CASO




  • ASSUNZIONE NEGATA. RIMESSI GLI ATTI ALLA CORTE COSTITUZIONALE




  • EUROPA. ESTERO




  • REGNO UNITO. 100 MILIONI DI STERLINE PER LA RICERCA UNIVERSITARIA

  • TURCHIA. PERCHÉ LA METU DI ANKARA È ENTRATA TRA LE 100 MIGLIORI UNIVERSITÀ DEL MONDO SECONDO IL TIMES

  • USA. COME SONO LE UNIVERSITÀ

  • USA. LE UNIVERSITÀ RECUPERANO I FONDI PRECRISI MA GLI STUDENTI SONO FORTEMENTE INDEBITATI

  • USA. STANFORD È L’ATENEO PRIVILEGIATO PER STUDIARE INFORMATICA

  • CINA. STUDENTI ITALIANI IN CINA




  • UNIBO




  • UNIBO. ASSUNZIONI




  • LIBRI




  • LE NUOVE VIE DELLA SCOPERTA SCIENTIFICA. COME L'INTELLIGENZA COLLETTIVA STA CAMBIANDO LA SCIENZA

  • CONTENUTI DIGITALI PER L'EDITORIA ACCADEMICA

------------------------------------

La redazione di INFORMAZIONI UNIVERSITARIE

è a cura di Paolo Stefano Marcato

paolostefano.marcato@unibo.it

------------------------------------


RECLUTAMENTO


RECLUTAMENTO. EFFETTI DEL DLGS 437 “DISCIPLINA PER LA PROGRAMMAZIONE, IL MONITORAGGIO E LA VALUTAZIONE DELLE POLITICHE DI BILANCIO E DI RECLUTAMENTO DEGLI ATENEI”

La disposizione riduce in maniera drastica le possibilità di reclutamento dimezzando, secondo le simulazioni disponibili, le possibilità di utilizzo delle risorse liberatesi grazie alle cessazioni. In cambio di un marginale rilassamento delle regole vigenti in materia di turnover per le sedi meno virtuose, finora escluse dalla possibilità di reclutare personale e alle quali è concesso un turnover pari al 10%, si procede comunque ad una stretta generalizzata che coinvolge anche le sedi finora considerate virtuose, perché dotate di un rapporto fra FFO e spese per stipendi del personale inferiore al 90%. Lo schema di decreto prevede che sia mantenuto il livello di turnover attualmente previsto per gli atenei più virtuosi, pari al 50%, unicamente per le sedi che avranno un valore dell'indicatore delle spese di personale compreso tra il 70 e il 75% e dell'indicatore delle spese per indebitamento non superiore al 15%, fatta salva una marginale quota premiale aggiuntiva al turnover del 50% per gli atenei che riportano un valore dell'indicatore delle spese di personale non superiore al 70% (art. 7 c. 1 lett. d).

Dalla relazione illustrativa allegata al provvedimento risulta che a fronte della cessazione di 4.096 punti organico per il 2010, con il sistema vigente si sarebbero potuti recuperare 1682 punti organico con nuove assunzioni. Applicando alla situazione del 2010 il nuovo sistema, a fronte di 4096 punti organico persi, se ne potevano recuperare 879. Questo indica che il regime previsto dal Dlgs comporta, di fatto, il dimezzamento dei punti organico disponibili per il reclutamento. Semplificando, si potrebbe dire che per ogni nuovo ingresso occorrono più di quattro uscite. (Fonte: audizione di ROARS presso la VII Commissione della Camera dei Deputati, http://www.roars.it/online/wp-content/uploads/2012/03/roars_437.pdf 22-03-2012)


RECLUTAMENTO. DLGS 437. RAPPORTO EQUILIBRATO FRA FASCE DOCENTI

Il Dlgs 437 (art. 4 c. 2) mira, conformemente a quanto previsto dalla L. 240/2010 a raggiungere un rapporto equilibrato fra fasce docenti all’interno dei singoli atenei, prevedendo, salvo eccezioni, un rapporto ottimale fra ricercatori (50%), associati (60% del restante 50%) e ordinari (40% del rimanente). Il raggiungimento entro i tempi previsti di un tale rapporto non è pensabile senza l’avvio delle abilitazioni nazionali. Va però detto, che mentre è ancora oscuro quando tali abilitazioni saranno avviate, lo schema di Dlgs (art. 7 c. 2 a) contribuisce ad aprire un secondo canale di reclutamento, rafforzando l'indirizzo introdotto dall’art. 29 c. 7 della L. 240/2010. In questo senso vanno ben considerati i commi a-f dell'articolo 9, che danno conto dei parametri da utilizzare per la valutazione ex post del reclutamento, e stimolano potenzialmente, come ha osservato il CUN, un ricorso fuori controllo alle chiamate dirette e al reclutamento “di studiosi da paesi esteri, senza valutare la possibilità di premiare anche la capacità di reclutare e trattenere studiosi italiani di qualità”. (Fonte: ROARS 22-03-2012)


RECLUTAMENTO. UN PARADOSSO NEL DLGS 437

Il Dlgs 437 prevede un collegamento fra il numero dei posti banditi per ricercatore a tempo determinato di tipo b (c.d. con “tenure track”) e il numero dei professori ordinari reclutati. Si rileva che tra gli effetti del Dlgs in esame è da prevedere una consistente riduzione nel numero degli ordinari e parallelamente un numero assai esiguo di nuovi professori ordinari reclutati. Collegare esplicitamente le due figure potrà eventualmente contribuire a rendere più difficoltosa la stabilizzazione dei “nuovi” ricercatori destinati a sostituire la fascia a esaurimento dei ricercatori a tempo indeterminato. Il che è per certi versi paradossale, nel momento in cui si prevede che almeno il 50% del corpo docente sia composto proprio da ricercatori. (Fonte: ROARS 22-03-2012)


RECLUTAMENTO. DLGS 437. RIVISTA LA «REGOLA DEL 90%»

Il provvedimento, approvato dal Consiglio dei Ministri del 23-03-12 salvo intese (le «intese» da verificare per l'approvazione definitiva sono con il ministero dell'Economia), era già transitato dal CdM a gennaio. Ridisegna le regole di gestione delle università con particolare attenzione al reclutamento dei professori. Il testo rivede, e rende più articolata, la «regola del 90%», che fino a oggi ha bloccato qualsiasi assunzione negli atenei in cui le spese di personale superassero anche di un solo punto decimale i 9/10 del fondo di finanziamento ordinario, lasciando libero chi invece si attestava fino all'89,99 per cento. Nel nuovo quadro, si prova ad allargare la base di calcolo alle entrate certe, superando il riferimento esclusivo all'assegno anche perché in alcuni atenei (cioè quelli più attivi nel reperimento di risorse "alternative") ha un peso ormai limitato. Il sistema dei vincoli, inoltre, si scagliona e diventa più pesante al crescere dell'incidenza delle buste paga. Sempre sul reclutamento, l'agenzia nazionale di Valutazione (Anvur) viene chiamata a un compito ulteriore: la fissazione delle procedure per dare le pagelle alle politiche di assunzione degli atenei, che in base alla riforma dovranno influenzare il finanziamento «meritocratico» delle varie sedi.

Il decreto, passato al vaglio del CdM e ora alla Corte dei conti prevede in pratica la revisione del limite di spesa a cui è legata per gli atenei la possibilità di nuove assunzioni, ma lo fa con criteri piuttosto stringenti. Il calcolo delle risorse che le università potranno utilizzare per procedere a una programmazione del personale è basato su due indicatori: il rapporto tra spese di personale e entrate, voce che comprende anche le tasse studentesche, e la percentuale di indebitamento.

Questo nuovo meccanismo prenderà il posto dell'attuale regola del 90% (come rapporto tra spese di personale e Fondo di finanziamento ordinario) che oggi blocca qualsiasi tipo di assunzione per quegli atenei che superano questa percentuale. L'obiettivo sarebbe quello di rendere più utile la regola, che oggi lascia campo libero a chi arriva a dedicare al personale l'89,9% dell'Ffo e paralizza chi arriva magari al 90,1%. In sostanza, però, la nuova norma allarga la base di calcolo sulle entrate certe degli atenei, non limitandosi all'assegno statale (che in alcune università ha un peso limitato nei bilanci), ma prevedendo vincoli scaglionati e più vincolanti al crescere dell'incidenza degli stipendi.

Nella versione uscita dal consiglio dei ministri, comunque, spiega Paolo Rossi, rappresentante del CUN, «il testo anziché bloccare i limiti di spesa su scaglioni determinati introduce una gradualità quindi, per tutti i valori intermedi nel rapporto tra spese ed entrate ce ne è anche uno intermedio per la cifra che si può spendere». In sostanza man mano che un'università migliora il suo rapporto spese-entrate incrementa anche la sua capacità di spesa, «il problema è che queste regole varranno solo per i prossimi tre anni non consentendo agli atenei di effettuare operazioni di un certo respiro di cui invece avrebbero bisogno».

(Fonte: G. Trovati, IlSole24Ore 24-03-2012; B. Pacelli, ItaliaOggi 12-04-2012)


RECLUTAMENTO. DLGS 437. LE “POLITICHE DI RECLUTAMENTO”: TRA NUOVE RESTRIZIONI E CONTROLLI ESTERNI

Il CUN è stato invitato il 14 marzo in audizione presso la VII Commissione della Camera dei Deputati sullo “Schema di decreto legislativo per la programmazione, il monitoraggio e la valutazione delle politiche di bilancio e di reclutamento degli Atenei” (Atto del Governo n. 437).

Nel testo dell’audizione riferito all’Atto 437 (http://www.cun.it/media/115820/do_2012_03_15.pdf) il CUN, tra l’altro, osserva come lo Schema di decreto legislativo 437 rechi in sé le tracce di una politica i cui effetti possono definirsi di “contenimento e/o ridimensionamento” del sistema universitario pubblico. Fra i tanti indici rivelatori di un siffatto orientamento, merita di essere menzionata, innanzi tutto, la circostanza che lo schema di decreto riformuli l’indicatore delle spese del personale sulle entrate annue e consenta agli atenei più “virtuosi”, che presentano un valore inferiore al 70% di tale indicatore, di procedere all’investimento in reclutamenti fino al 50% del turnover con aggiustamenti incrementali successivi. Gli atenei che presentano un valore superiore al 70% e inferiori all’80% (nuovo valore soglia), vale a dire la grande maggioranza, potranno investire quote minori del turnover (intorno al 25%), mentre è concessa una soluzione del 10% agli atenei con l’indicatore oltre l’80%, ma con una posizione debitoria complessiva soddisfacente. L’assioma che ne risulta può essere sintetizzato in: “Meno risorse uguale meno reclutamenti, con spinta verso la ricerca di più fondi da tasse e contributi”. E’ questa una linea progettuale che sembra dimenticare il fatto che l’FFO 2012 è programmato in severa discesa a 7.083 milioni di euro, l’FFO 2013 a 6.645 e l’FFO 2014 a 6.595 fermandosi alla soglia dell’ammontare pressoché eguale fra stanziamento statale e livello complessivo delle spese fisse per stipendi nelle università.

Nel complesso delle scelte espresse in proposito, si può dunque dire che il decreto scelga il passato come base prevalente di riferimento, in quanto dimensiona possibili politiche di reclutamento sui comportamenti pregressi (di spesa e di tasse), anziché fondarsi su indicazioni progettuali pro futuro. Soprattutto, è un provvedimento che, oltre a scegliere una politica di consolidamento dell’esistente più che di innovazione, affida la qualificazione della spesa al sistema dei controlli da parte di MiUR e Mef più che a incentivi all’autocontrollo. (Fonte: Audizione del CUN presso la VII Commissione della Camera dei Deputati, 15-03-2012)

  1   2   3   4   5   6   7   8   9

Похожие:

International Association of University Professors & Lecturers iconПравительство Российской Федерации Государственное образовательное бюджетное учреждение высшего профессионального образования
С использованием материалов коллег из Bologna University, International Peace Operations Association, International University College...
International Association of University Professors & Lecturers iconПравительство Российской Федерации Государственное образовательное бюджетное учреждение высшего профессионального образования
С использованием материалов коллег из Bologna University, International Peace Operations Association, International University College...
International Association of University Professors & Lecturers iconНекоторые полезные ссылки на ресурсы Интернета
«geodiversity», International Association of Geomorphologists (iag), coordinated by Emmanuel Reynard (Institute of Geography, University...
International Association of University Professors & Lecturers iconAssociation of Genocide Scholars International Studies Association

International Association of University Professors & Lecturers icon2004American Psychological Association Master Lecture 2003 Thomas Ostrom Award, International Social Cognition Network 2002 Jos Jaspers Lecture, Oxford University

International Association of University Professors & Lecturers iconInternational association of geodesy

International Association of University Professors & Lecturers iconInternational Association of Hydrological Sciences

International Association of University Professors & Lecturers iconAcsi association of Christian Schools International

International Association of University Professors & Lecturers iconIs Professor of International Relations at the European University Institute in Florence. He received his PhD from Cornell University in 1995, and has been

International Association of University Professors & Lecturers iconAustralian National Report to the International Association for Geodesy, 2007

Разместите кнопку на своём сайте:
Библиотека


База данных защищена авторским правом ©lib.znate.ru 2014
обратиться к администрации
Библиотека
Главная страница