Elenco degli argomenti trattati nella




Скачать 332.78 Kb.
НазваниеElenco degli argomenti trattati nella
страница2/10
Дата23.01.2013
Размер332.78 Kb.
ТипДокументы
1   2   3   4   5   6   7   8   9   10
fine lato A – cassetta 1) di minoranza di andare a cavillare su quello che è lo statuto. Vedo che l’argomento disinteressa la maggioranza e il Consiglio quando ritengo che sia invece un argomento estremamente delicato. Io sui verbali non voglio essere strumentale (i verbali non sono ancora approvati, per cui quando lo saranno lo vedremo), però quel verbale, non dico il verbale, quella cassetta dice una cosa importante sulla quale io vi invito a riflettere. Si ascolta nella cassetta che il Presidente dice, rivolgendosi ovviamente ai presenti: se ce lo impugnano. Il Presidente deve decidere, senza discrezionalità e in base al regolamento e allo statuto, non in base a quello che gli dice la maggioranza, ma in base alla norma, quel Consiglio andava riconvocato, quelle delibere non andavano assunte. Ecco che Sorci, che poi interverrà, mi fa con la mano il gesto no assolutamente, allora concludo, allora io dico vedete non c’è la possibilità di evitare la contrapposizione perché non c’è nessuna umiltà e nessuna volontà da parte della maggioranza, ma Sindaco ormai la risposta tua, sette o otto Consigli più o meno, ormai le misure te le ho prese, dunque già la so qual è la risposta. Qui secondo me voi da soli portate ad impugnare gli atti, agite in autotutela, date dei segnali diversi. Non ci venite a fare la predica di Crocetti perché sinceramente è proprio penosa ed è fuori luogo. Applicate il regolamento, evitate che noi avvocati dobbiamo iniziare a guardare le banche dati per vedere se era valido o non valido, agite in autotutela. Invece no, preferite prevaricare. Andiamo avanti così, ma non vi lamentate.

SINDACO: Avvocato, io penso che dopo un’ora e mezza le abbiamo dette tutte e potremmo anche smetterla, però ti vorrei rispondere in una maniera molto pratica. Prescindendo che se volete fare opposizione al Consiglio Comunale potete farla tranquillamente e liberamente, perché il Consiglio è stato regolarmente costituito, tutti erano informati, tant’è vero che abbiamo riascoltato le cassette e il Presidente era nella sua completa tutela di sospendere il Consiglio, ve ne siete voluti andare e ognuno è libero di fare come gli pare, alcuni di voi sono rimasti qui in giro ad ascoltare. Poi, avvocato, io sono abituato a quando mi fanno i sermoni, il tuo ragionamento è se voi fate quello che diciamo noi bene, sennò. Allora io questi discorsi io li ho sentiti, è una vita che sto qua dentro. Qui ognuno fa maggioranza o minoranza giustamente, correttamente ma nell’interesse della città e invece mi pare che ognuno vuole fare il mestiere dell’altro. Allora se tu vuoi fare la maggioranza io ti dico che la maggioranza non la fai. Se tu vuoi fare gli interessi della città io dialogo con tutti anche con il diavolo, tanto per essere chiari. Smettiamocela di fare questi discorsi se non fate quello che diciamo noi allora facciamo casino. Basta, siamo tutti ragazzi intelligenti, grandi, vogliamo fare l’interesse della città e cerchiamo di farlo senza tante storie.


CONS. TINI: Io sono stato stimolato a fare questa comunicazione anche per rispondere al Sindaco Sorci, il quale secondo me ha inquadrato male il discorso. Noi pensiamo, Sorci, che noi della minoranza siamo qui come te della maggioranza a fare gli interessi della città e dei cittadini, altrimenti avremmo cose più importanti da fare e non staremmo qui. Io sono d’accordo con te quando la maggioranza deve fare la maggioranza e le scelte politiche le fa la maggioranza, però non puoi pensare che la minoranza non controlli quello che fa la maggioranza. È questo il punto. Io non voglio ritornare sul discorso del 28, io sono stato qui fino alla fine, ho visto tutta la sceneggiata che c’è stata, però caro Sroci tu che sei un animale politico di lungo percorso, tu non puoi manco pensare che la minoranza vedendo gli atteggiamenti e i comportamenti della maggioranza possa stare con la mani in mano. Poi vedremo chi avrà ragione. Sorci, tu hai governato tanti anni anche insieme con me e tu sai chi governa ha la maggiore responsabilità, sono quelli che qualche volta devono fare anche un passino un po’ indietro, perché nessuno della minoranza penso voglia sostituirsi alla maggioranza, questo proprio noi l’abbiamo detto fin da subito. Noi siamo rispettosi del risultato elettorale, vi riconosciamo la vittoria, dovete governare, però non ci potete dire che non dobbiamo pretendere il rispetto delle regole, il rispetto dei regolamenti, e questa è una nostra funzione che ci hanno dato i nostri elettori, cari signori. Poi gli interessi dei cittadini, caro Sorci, si fanno anche se si fanno rispettare le regole perché altrimenti sarebbe una dittatura, non è più una democrazia. Attenzione, qui noi non siamo un Consiglio di Amministrazione. Io lo so che nella passata legislatura, io spero che questa volta non ci sia, molte volte ho detto che questo Comune mi sembrava più un Consiglio di Amministrazione di una società che non un ente pubblico perché c’è la tendenza che la Giunta si riunisce, decide e tutti zitti. No, la Giunta si riunisce e decide per le proprie competenze, non può pensare di sostituirsi al Consiglio e su questo noi saremo inflessibili, su questo noi non transigeremo neanche di un millimetro. Sorci, io il tuo intervento, mi dispiace, ma lo rimando al mittente. Noi siamo rispettosi delle regole, non stiamo qui a perdere tempo, perché abbiamo anche altre cose da fare, forse anche più interessanti di queste, però questo non significa che vi dobbiamo far fare come vi pare. Come vi pare non ve lo facciamo fare. Il collega Bellucci giustamente mi dice, Sorci, sarebbe interessante, io capisco le difficoltà perché dovete fare ancora il trasferimento all’Allegretto, però qui noi non sappiamo nelle commissioni chi fa il segretario perché avete fatto un bando interno, non si capisce niente chi ci viene e chi non ci viene, perciò i segretari delle commissioni non si sa ancora chi sono. Gli spazi per i gruppi consiliari che sono previsti, qui tutto si fa meno che gli spazi per i gruppi consiliari, qui tra poco non sappiamo neanche dove andare a fare le riunioni. Sorci, prima tu attivati per metterci nelle condizioni di operare bene e poi vedrai che qui nessuno vuole fare ostruzionismo, qui nessuno vuole star qui a perdere tempo, però voi siete partiti male, non potete fare prevaricazioni. Se fate prevaricazioni come il giorno 28 si scatena la reazione, ma questo è chiaro. Vediamo chi lancia il primo sasso, se voi lanciate i sassi a un certo punto i sassi li lancia pure la minoranza e che sassi lancia poi. State attenti perciò a non lasciare i sassi perché se voi lanciate i sassi avrete le risposte durissime. Io volevo dire questo in modo che Sorci capisca, ma lui aveva già capito, ma in modo che sia chiaro il discorso. E non passi il messaggio che la minoranza stia qui a far perdere tempo, questo lo dico alla stampa. La stampa anzi è fortemente critica che qui non si combina niente, ma le vostre responsabilità, una volta il documento non va bene, un'altra volta quell’altro non va bene, addirittura la cassetta, questo è gravissimo. Io ho sentito la cassetta qua dentro, l’abbiamo sentita insieme con le nostre orecchie, sono andato a leggere il verbale e ho strabuzzato gli occhi, ossia qui non è un errore di una parola, qui sono completamente omesse nel verbale trascritto intere frasi e questo è gravissimo. Io non dico che c’è stata la volontà ma qui c’è qualcuno che l’ha fatto con scienza e coscienza. Lo sbaglio può essere una parola, non può essere 10 parole messe insieme. Grazie, Presidente.


CONS. ROSSI: Io volevo semplicemente dire una cosa sulla questione di metodo. Uno, qua dentro non ci sono titoli, cioè ci sono avvocati, ci sono dirigenti, c’è Emanuele Rossi che è un disoccupato e quindi l’avvocato Galli, l’avvocato … lasciamolo stare, siamo tutti Consiglieri, anche per il rispetto di tutte le persone che stanno qua dentro, prima cosa. La seconda cosa riguarda il merito della questione, io credo che se la minoranza esce dall’aula e la maggioranza riprende i lavori come si può non riprendere i lavori?, allora a questo punto si esce sempre dall’aula e dentro il Consiglio Comunale non si lavora più e anche questo mi sembra assurdo. Un'ultima cosa, io vorrei dire che noi abbiamo punti all’ordine del giorno molto importanti e sarebbe bene andare avanti nella discussione e iniziare la questione di oggi. Grazie.


CONS. D’INNOCENZO: Emanuele Rossi, disoccupato, certe affermazioni non possono passare. Va bene facciamo passare quella di Alianello gli avvocati si chiamano quando è sorto il problema, poi quando vai da loro ti dicono ma perché non sei venuto da me prima? Sempre lo dite, quindi dall’avvocato ci si va anche prima. Lasciamo perdere quello che dice Crocetti, perché per carità, ha detto Crocetti che i verbali si interpretano, ma dico ci rendiamo conto? I verbali si interpretano. Si riporta fedelmente nel verbale ciò che è stato detto a microfono, non c’è bisogno di nessuna interpretazione. Qui il problema è che se vogliamo parlare di democrazia e se vogliamo parlare di interesse della città bisogna rispettare le regole, perché se non vengono rispettate le regole cadono tutti i principi che susseguono. Caro amico Emanuele, avete sospeso un Consiglio Comunale senza nessuna prerogativa del Presidente del Consiglio di poter sospendere i Consigli Comunali, non è riportata in nessuna parte. Chiuso il Consiglio Comunale alcuni Consiglieri Comunali sono andati a casa e voi avete ripreso i lavori dopo un’ora e un quarto. Qualcuno dopo aver approvato i punti che vi interessavano, stammi a sentire bene, ha detto pure dato che non c’è la minoranza non si può andare avanti. È vero o no che questo è a microfono? È vero o no, Vergnetta, che hai detto dato che non c’è più la minoranza non possiamo andare avanti? Ma dico ci rendiamo conto di quello che avete dichiarato a microfono acceso? … (intervento fuori microfono) Come è questa? Ripetila a microfono acceso, se hai il coraggio. Avete fatto passare quei punti sul bilancio e poi siete andati a casa perché non c’era più la minoranza, ma vi rendete conto? Uno, il Presidente non poteva sospendere assolutamente il Consiglio Comunale, soprattutto quando va sotto in una discussione perché qualcuno gli ha fatto notare che non stava rispettando il regolamento, ha preso e sospende la seduta; quando uno è in difficoltà prende e sospende la seduta, questa è democrazia? A chi è stato comunicato il tempo della ripresa? Dopo un’ora e un quarto avete ripreso.


PRESIDENTE: Consigliere D’Innocenzo, concluda per favore.


CONS. D’INNOCENZO: E poi dopo un po’ avete risospeso perché la minoranza non c’è. Rispetto della democrazia, rispetto dell’etica, te lo posso insegnare quello che significa. … (intervento fuori microfono) È inutile che offendi tanto ci metti paura.


PRESIDENTE: Consigliere D’Innocenzo, concluda per cortesia.


CONS. D’INNOCENZO: Riprenda chi offende e non ha il microfono acceso e lei non gli ha dato la parola, perché questo è il modo come porti avanti tu i Consigli Comunali in questa aula. Lui dall’altra parte sta offendendo, che non conosco la democrazia, e lei riprende a me perché sto parlando dopo aver chiesto la parola.

PRESIDENTE: Ho detto concluda, Consigliere D’Innocenzo.


CONS. D’INNOCENZO: Certo che concludo. Comunque, il livello è bassissimo, è al livello dei bamboccioni. Questo Consiglio è al livello dei bamboccioni, perché a dirigere il Consiglio Comunale c’è una persona che non è all’altezza, caro Mingarelli. Saremo amici da un punto di vista personale, ma questo Consiglio Comunale è gestito con i piedi.


CONS. BIONDI: Io, Presidente, chiedo se è possibile andare avanti, anche perché stiamo non perdendo tempo, mi sembra che l’argomento sia stato esaurito e siano state dette anche cose sinceramente non proprio vere e mi riferisco all’ultima affermazione che ha fatto il Consigliere D’Innocenzo quando dice che dopo la sospensione che c’è stata all’ultimo Consiglio Comunale i Consiglieri di maggioranza hanno deciso di riprendere perché si sono accertati che i Consiglieri di minoranza erano andati via. Questo non è assolutamente vero perché tutti i capigruppo di maggioranza hanno invitato i Consiglieri di minoranza a rientrare in aula, subito prima di riprendere il Consiglio. Quindi onore al vero perché sennò qui stiamo perdendo tempo. Propongo, Presidente, di andare avanti con l’ordine del giorno.


PRESIDENTE: Il Consigliere Tini ha presentato credo che sia non una mozione ma una questione pregiudiziale, perché la mozione pregiudiziale non esiste, però è un cavillo. La leggo perché come è scritta.


CONS. TINI: Scusi, Presidente, io l’ho portata a lei, è vero, però non l’ho sottoscritta perché io ero presente. Questa l’hanno sottoscritta i Consiglieri che non erano presenti al Consiglio del 28, ossia alla ripresa dei lavori che tu hai fatto però io ero presente, io sono stato qui fino alla fine, io non l’ho firmata difatti, l’hanno firmata i Consiglieri Comunali che non sono stati avvertiti che aveva ripreso.


PRESIDENTE: La leggo io o c’è qualcuno che la illustra? Essendo scritta la posso leggere, se invece la deve illustrare qualcuno è libero di illustrarla, questo volevo chiedere. Io dico o la leggo io e quindi la illustro io leggendola, oppure se c’è qualcuno che la vuole illustrare.


CONS. TINI: La puoi leggere tu tranquillamente, però direi questo se vogliamo essere produttivi. Io l’ho presentata adesso a scanso di equivoci, però siccome gli argomenti iniziano dopo l’ora delle interpellanze questo potrebbe essere anche il primo punto prima degli argomenti, tu puoi andare avanti con le interpellanze, fai come ti pare, lo vogliamo trattare adesso o dopo. Io l’ho presentata perché non vorrei che dopo mi dice che l’ho presentata tardi, perché l’ho presentata all’inizio. Però se vogliamo fare l’ora delle interpellanze e poi parliamo di questo, anche perché così ci sfreddiamo un pochino e andiamo avanti come dice la Biondi, altrimenti qui corriamo il rischio di stare tutta questa sera qua dentro.


PRESIDENTE: La trattiamo subito.


CONS. TINI: Se tu la leggi però è mozione, non faccio io nessuna battaglia, fate come vi pare, questa mozione riguarda gli argomenti al di fuori delle interpellanze iscritte all’ordine del giorno se leggi, perciò se la vuoi trattare adesso la trattiamo adesso, la vuoi trattare dopo l’ora delle interpellanze per me va bene uguale. Scegli tu e fai come ti pare, che ti devo dire più di questo?


PRESIDENTE: Allora è una mozione d’ordine. La mozione pregiudiziale non esiste nel regolamento.


CONS. TINI: Mozione d’ordine o pregiudiziale dice il regolamento, anzi questione d’ordine. Noi ci perdiamo in tutte queste chiacchiere e veramente facciamo casino e basta. Sta nel capitolo che parla di mozioni, se vai a leggere il regolamento e poi dopo parla di questioni, questioni e mozioni. Comunque è la sostanza. La sostanza qual è? È che alcuni Consiglieri Comunali non sono potuti essere presenti, checché ne dica il Consigliere Biondi, io c’ero perciò non l’ho firmata, quelli che hanno firmato almeno, che non sono stati qui fino alle 7.30-8.00 a vedere quello che succedeva, che voi avete ripreso di vostra iniziativa il Consiglio, noi con questa mozione non chiediamo nulla di trascendentale: chiedono i Consiglieri Comunali che non sono potuti essere presenti di poter trattare quegli argomenti che voi avete trattato in camera caritatis fra di voi. È tutto qui, però ne possiamo parlare anche dopo, Presidente, facciamo le interrogazioni, penso che sia meglio.


CONS. GENTILI: Presidente, se ho la possibilità di averla la illustro io, visto che l’ho firmata.


PRESIDENTE: Io l’ho letta e ho letto anche il regolamento. Adesso il direttore ci dovrà spiegare, o è questione pregiudiziale o è mozione d’ordine, quindi una delle due. Tra l’altro sia una che l’altra parla di sospensione degli argomenti all’ordine del giorno, che quindi siccome dice di trattare quegli argomenti lì non lo so. Comunque, illustriamo la mozione.


CONS. GENTILI: “I sottoscritti Consiglieri Comunali presentano la seguente mozione pregiudiziale in quanto ritengono che prima di procedere alla trattazione degli argomenti all’ordine del giorno di oggi, 09.10.2007, sia corretto e necessario trattare gli argomenti discussi e deliberati in maniera impropria nel Consiglio Comunale del 28.09.2007, dopo la sospensione del Consiglio Comunale decisa dal Presidente, senza stabilire un orario di sospensione e/o un orario di ripresa dei lavori. La presente richiesta poiché i sottoscritti Consiglieri Comunali presenti fino alla sospensione dei lavori decisa dal Presidente non sono stati informati della ripresa degli stessi ai sensi del vigente regolamento dopo oltre un’ora dal Presidente in maniera riteniamo del tutto impropria della seduta del 28.09.07. Inoltre i sottoscritti Consiglieri dichiarano che intendono partecipare alla discussione e votazione degli argomenti trattati in tale seduta consiliare dopo la impropria sospensione del Presidente data l’importanza degli stessi e al fine di svolgere con diligenza il mandato elettorale avuto dai cittadini. In caso contrario si riterrà il Presidente responsabile del fatto che i sottoscritti sono stati impossibilitati a svolgere il mandato di Consiglieri Comunali nella seduta del 28.09.07 alla ripresa dei lavori decisa in maniera estemporanea dal Presidente, con la richiesta di discussione e votazione all’inizio del Consiglio Comunale del 09.10.07”. I firmatari sono Alessandro Gentili, cioè me medesimo, Enrico Carmenati, Sforza Gino, D’Innocenzo e Bellucci. Allora abbiamo Gentili Alessandro, che sono io e l’ho illustrata, capogruppo di Alleanza Nazionale, Enrico Carmenati


SINDACO: Che era assente giustificato.


CONS. GENTILI: Sforza Gino. L’ha sottoscritta, che c’entra? … (
1   2   3   4   5   6   7   8   9   10

Похожие:

Elenco degli argomenti trattati nella iconElenco degli argomenti trattati nella

Elenco degli argomenti trattati nella iconElenco biblioteca ragazzi presenti nella sede di

Elenco degli argomenti trattati nella iconElenco delle pubblicazioni

Elenco degli argomenti trattati nella iconElenco riviste censite dal

Elenco degli argomenti trattati nella iconThe Giornale degli Economisti

Elenco degli argomenti trattati nella iconNella mia Patria Angelo Casamassima Annovi

Elenco degli argomenti trattati nella iconUnione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti – onlus

Elenco degli argomenti trattati nella iconIl miglior uso del psa nella pratica medica

Elenco degli argomenti trattati nella iconOtranto, International Open Tournament of Serra degli Alimini Matteo Zoldan

Elenco degli argomenti trattati nella iconLa gestione del rischio unione degli industriali della provincia bergamo

Разместите кнопку на своём сайте:
Библиотека


База данных защищена авторским правом ©lib.znate.ru 2014
обратиться к администрации
Библиотека
Главная страница