Deliberazioni dell’ufficio di presidenza dell’assemblea legislativa regionale




НазваниеDeliberazioni dell’ufficio di presidenza dell’assemblea legislativa regionale
страница9/25
Дата23.01.2013
Размер1.07 Mb.
ТипДокументы
1   ...   5   6   7   8   9   10   11   12   ...   25

B. Requisiti specifici


1. b TITOLI DI STUDIO:


- Diploma di Laurea in Informatica o titoli equiparati ai sensi del D.M. n. 509/99 e del D.M. n. 270/04;

- Diploma di Laurea in Ingegneria Informatica o titoli equiparati, ai sensi del D.M. n. 509/99 e del D.M. 270/2004;

- Diploma di Laurea in Matematica o titoli equiparati ai sensi del D.M. n. 509/99 e del D.M. 270/2004;

Per i titoli conseguiti all’estero è richiesto il possesso dell’apposito provvedimento di riconoscimento da parte delle autorità competenti.


2.b ESPERIENZA LAVORATIVA MINIMA:


12 mesi di lavoro subordinato presso le Pubbliche Amministrazioni di. cui all’art. 1 c. 2 del D. Lgs. n. 165/2001 nella stessa categoria del posto messo a concorso con mansioni prevalenti nel settore Formazione Professionale e Politiche Attive del Lavoro.

I requisiti prescritti, dovranno essere posseduti alla data del termine ultimo di scadenza stabilito nel presente bando per la presentazione della domanda di ammissione alla selezione.

Il mancato possesso dei requisiti dichiarati dai candidati nella domanda di ammissione alla selezione comporta l’automatica esclusione dalla selezione stessa, ferma restando la responsabilità individuale prevista dalla vigente normativa in caso di dichiarazioni mendaci come previsto dal D.P.R. n. 445/2000.


ART 3 - CONTENUTO DELLA DOMANDA


La domanda dovrà essere redatta esclusivamente utilizzando la modulistica predisposta (Allegato 1).

Nella domanda di partecipazione il candidato dovrà dichiarare, sotto la propria responsabilità, oltre al possesso dei requisiti generali e specifici di cui all’art. 2, quanto segue:

1. il cognome, il nome, la residenza, la data e il luogo di nascita;

2. il Comune nelle cui liste elettorali è iscritto, ovvero i motivi della non iscrizione o cancellazione dalle stesse;

3. le eventuali condanne penali riportate e gli eventuali procedimenti penali in corso (in caso negativo dovrà essere dichiarata l’inesistenza di condanne o procedimenti penali);

4. le cause di risoluzione di eventuali precedenti rapporti di impiego presso Pubbliche Amministrazioni ovvero l’inesistenza di predette cause di risoluzione;

5. il titolo di studio posseduto con relativa, votazione e/o il possesso di titoli ulteriori;

6. il possesso di 12 mesi di lavoro subordinato presso le Pubbliche Amministrazioni di cui all’art. 1 c. 2 del D. Lgs. li. 165/2001 nella stessa categoria, del posto messo a concorso con mansioni, prevalenti nel settore Formazione Professionale e Politiche Attive del Lavoro;

7. l’idoneità psico-fisica alla mansione da svolgere;

8. gli eventuali titoli che danno diritto a preferenza di legge. Ai sensi dell’art. 20 della Legge 5 febbraio 1992 n. 104 il portatore di handicap, nella domanda di partecipazione al concorso, deve specificare l’eventuale ausilio necessario in relazione al proprio handicap per lo svolgimento delle prove, nonché l’eventuale necessità di usufruire di tempi aggiuntivi. Si precisa che .i documenti di cui al presente punto 8 dovranno essere prodotti, pena la non fruizione dei relativi benefici.

9. l’indirizzo presso cui si intende siano trasmesse tutte le comunicazioni concernenti il. concorso.


Il candidato dovrà dichiarare, altresì:

• l’accettazione senza riserve, delle condizioni, previste dal bando di concorso;

• il consenso ai sensi della normativa di cui al D. Lgs. n. 196/2003 e ss. mm. e ii.;

• il domicilio o il recapito se diverso dalla residenza.


Alla domanda di partecipazione al concorso devono essere allegati i seguenti documenti:

a) Curriculum vitae redatto su Europass, datato e sottoscritto;

b) copia di documento di identità in corso di validità.

La domanda dovrà essere sottoscritta dal candidato mediante l’apposizione della propria firma autografa pena l’esclusione.

Ai sensi dell’art. 39 del D.P.R. n. 445/2000 non è richiesta l’autocertificazione della sottoscrizione della domanda.

Si fa presente che per i documenti di cui trattasi è possibile presentare la dichiarazione sostitutiva di atto notorio resa ai sensi del D.P.R. n. 445/2000.

Il possesso dei titoli e requisiti necessari dovrà essere dichiarato dagli interessati all’atto della presentazione della domanda in regime di autocertificazione ai sensi del D.P.R. n. 445/2000.

Nella domanda dovrà essere indicato il possesso di ulteriori titoli (Master di I o II Livello), pena, la non valutazione degli stessi.

ART. 4 - MODALITÀ E PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE


Le domande, redatte utilizzando esclusivamente la modulistica predisposta (Allegato 1), devono essere inviate a mezzo lettera raccomandata A/R o consegnate all’Ufficio Protocollo della Provincia di Ascoli Piceno - Servizio Formazione Professionale e Politiche Attive del Lavoro, via Kennedy n. 34, 63100 Ascoli Piceno entro il termine perentorio del giorno 22 ottobre 2012 alle ore 12.00.

Per le domande pervenute tramite lettera raccomandata A/r fa fede la data del timbro postale.

Per le domande consegnate agli uffici, l’Ufficio Protocollò apporrà sul plico contenente la domanda il timbro del giorno di arrivo e l’indicazione dell’ora.

Sulla busta dovrà essere apposta la dicitura: “Bando di concorso pubblico per titoli e colloquio per la stipula di n. 1 contratto a tempo determinato pieno (36 ore settimanali)) per un periodo di mesi 32 per Istruttore Direttivo Amministrativo (Cat. D1 del vigente Ordinamento Professionale) presso il Servizio Formazione Professionale e Politiche Attive del lavoro per migliorare l’efficacia e l’efficienza dei programmi operativi attraverso anioni e strumenti di supporto, D.D. n. 11383 del 05.10.2012”.


L’Ufficio Protocollo apporrà sul plico contenente la domanda il timbro del giorno di attivo e l’indicazione dell’ora.

La Commissione non assume alcuna responsabilità nel caso di dispersione di comunicazioni dipendente da inesatte indicazioni della residenza e/o del recapito da parte dell’aspirante, oppure di mancata o tardiva comunicazione del cambiamento degli stessi o da eventuali disguidi postali.


ART. 5 - CAUSE DI ESCLUSIONE


Saranno esclusi dalla selezione i candidati che:

- hanno spedito/consegnato la domanda oltre il termine di scadenza, di cui al precedente art. 4;

non hanno sottoscritto la domanda di partecipazione;

- non hanno dichiarato nella domanda di partecipazione alta, selezione tutto quanto richiesto dagli artt. 2 e 3 del presente bando di concorso ai sensi degli artt. 46 e 47 D.P.R. 445/2000;

- non hanno allegato il curriculum vitae;

- non hanno sottoscritto il curriculum vitae;

- non hanno allegato alla domanda, copia del documento di identità in corso di. validità oppure, in caso di documento di identità non in corso di validità, non hanno effettuato la dichiarazione prevista dall’art. 45 comma 3 del D.P.R. n. 445/2000;

- non possiedono i requisiti di partecipazione alla selezione di cui al precedente art. 2;

- non si sono presentati alla prova di esame (art. 7).

Si fa presente che, ai candidati esclusi per le suddette cause, verrà data comunicazione mediante lettera raccomandata A/R.

ART. 6 - MODALITÀ DI SELEZIONE


La selezione sarà effettuata mediante valutazione dei titoli, del curriculum vitae e del colloquio.

La Commissione avrà a disposizione un totale di punti 100/100 di cui punti 25/100 da destinarsi ai titoli e al curriculum vitae e punti 75/100 per la prova orale.


I punti verranno assegnati in base al seguente schema:


La prova d’esame verterà sulle seguenti maerie:

- Elementi di diritto degli Enti Locali, Regolamento (CE) 1083/2006, POR Marche FSE 2007/2013 (documentazione da reperire sul sito http://www.istruzioneformazionelavoro.marche.it);

- Funzioni e compiti del Servizio Formazione Professionale e Politiche Attive del Lavoro;

- Uso dei fogli di calcolo elettronico e di elaboratori di testo;

- Conoscenza database relazionali e linguaggio SQL e SIFORM - Sistema Informativo della Regione Marche (documentazione da reperire sul sito http://www.istruzioneformazionelavoro.marche.it POR Marche FSE 2007/2013 Manuale Descrizione Gestione E Controllo Titolo 6);

- Elementi di programmazione web;

- Sicurezza informatica: vulnerabilità, minacce, contromisure.


Il candidato, per poter essere dichiarato idoneo, dovrà conseguite nella prova d’esame il punteggio minimo di 52,50/100.

Il punteggio verrà attribuito sulla base delle competenze del candidato accertate in sede di colloquio ed in relazione ai contenuti del profilo professionale oggetto di selezione.


ART. 7 - DIARIO E SEDE DEL COLLOQUIO


La prova d’esame si svolgerà presso il Servizio Formazione Professionale e Politiche Attive del Lavoro della Provincia, di Ascoli Piceno, Via Kennedy, 34 - Sala Riunioni, II piano, il giorno 20 novembre 2012 alle ore 8.30.

Nell’eventualità che l’espletamento della prova non si esaurisca nell’ambito della giornata, la Commissione comunicherà ai candidati, presenti ed ancora da esaminare, la data e l’ora del proseguimento della stessa.

I candidati, dovranno presentarsi al colloquio muniti di un valido documento di riconoscimento.

I candidati che non si presentino alla prova di esame saranno esclusi dalla selezione e verranno avvisati a mezzo di raccomandata A/R.


ART. 8 - COMMISSIONE ESAMINATRICE


Alla selezione delle domande e dei candidati ammessi provvederà un’apposita Commissione esaminatrice composta dal Dirigente del Servizio Formazione Professionale e Politiche Attive del Lavoro in qualità di Presidente, da due dipendenti dell’Amministrazione Provinciale di Ascoli Piceno in qualità di esperti e dal segretario della Commissione.

La Commissione procederà, in primo luogo, alla verifica della sussistenza dei requisiti di ammissione delle domande atta selezione e, successivamente, alla valutazione dei titoli, infine all’espletamento della, prova d’esame e alla formulazione della graduatoria di merito.


ART. 9 - TITOLI DI PRECEDENZA / PREFERENZA


I candidati che abbiano dichiarato il possesso dei titoli, di precedenza/preferenza ai sensi dall’art. 5 del D.P.R. n. 487/94 e ss. mm. ii. dovranno presentare o far pervenite all’Amministrazione provinciale, entro il termine perentorio di 7 giorni decorrenti dal giorno successivo a quello in cui hanno sostenuto la prova orale, i documenti in carta semplice attestanti il possesso dei titoli di precedenza e/o preferenza già dichiarati in domanda.

La mancata, presentazione nel termine come sopra stabilito dei prescritti documenti, comporterà l’esclusione dei benefici derivanti dai titoli stessi.

Si applica l’art. 3 comma 7 della legge n. 127/1997 e ss. mm. e ii. ai sensi del quale, se due o più candidati ottengono pari punteggio a conclusione delle operazioni di valutazione delle prove di esame, è preferito il candidato più giovane di età.


ART. 10 - GRADUATORIA E NOMINA VINCITORI


Al termine dei lavori la Commissione esaminatrice formulerà la graduatoria di merito dei concorrenti che avranno superato la prova orale.

La graduatoria sarà formulata in base alla sommatoria dei punteggi derivanti dalla valutazione dei titoli e del colloquio.

Sarà dichiarato vincitore il candidato collocatosi al primo posto della graduatoria di merito, tenuto conto di quanto disposto in relazione ai titoli di preferenza dichiarati dai candidati.

I vincitori saranno invitati ad assumere servizio, in via. provvisoria, sotto riserva di accertamento del possesso dei requisiti, prescritti per la nomina e saranno assunti in prova per il periodo previsto dalle vigenti disposizioni legislative e contrattuali.

La graduatoria avrà validità per 3 anni, verrà pubblicata all’Albo Pretorio della Provincia di Ascoli Piceno, sul sito istituzionale del Servizio Formazione Professionale e Politiche Attive del Lavoro della Provincia della Provincia di Ascoli Piceno - www.provincia.ap.it/formazionelavoro, sul BUR della Regione Marche.

Avverso la graduatoria è possibile presentare ricorso scritto entro 5 giorni dalla pubblicazione del predetto elenco.

Il ricorso motivato dovrà essere indirizzato al Dirigente del Servizio Formazione Professionale e Politiche Attive del Lavoro della Provincia di Ascoli Piceno.


ART. 11 - ASSUNZIONE IN SERVIZIO


L’Amministrazione si riserva di non effettuare la suddetta assunzione qualora dovessero insorgere difficoltà di carattere finanziario o per altro giustificato motivo.

Il vincitore, che non assume servizio senza giustificato motivo, entro il termine stabilito, decade dalla nomina a meno che il medesimo non chieda ed ottenga, per giustificato motivo, una proroga al termine stabilito, la cui durata sarà fissata. dall’Ente, caso per caso, in relazione alle motivazioni addotte.

Gli effetti giuridici ed. economici dell’assunzione decorreranno dal giorno di effettiva presa di servizio.

Per quanto non previsto dal presente bando, si richiamano le disposizioni di legge ed i regolamenti vigenti al riguardo.

ART. 12 - CONTROLLI


Il Servizio Formazione Professionale e Politiche Attive del Lavoro, in ogni fase della procedura, si riserva la facoltà di accertare la veridicità delle dichiarazioni tese ai sensi del D.P.R. n. 445/2000.


ART. 13 - RIAPERTURA, RETTIFICA O REVOCA DEL BANDO DI CONCORSO


E’ facoltà dell’Amministrazione provinciale di Ascoli Piceno, per motivate e prevalenti esigenze di interesse pubblico e con apposito provvedimento procedere:

- alla riapertura., se già scaduto, o alla proroga, prima della scadenza, del termine fissato nel bando per la presentazione della domanda di partecipazione alla selezione. Restano valide le domande presentate in precedenza;

- alla rettifica o all’integrazione del bando di concorso;

- alla revoca del Bando in qualsiasi momento della procedura selettiva.


ART. 14 - TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI


Ai sensi dell’articolo 13, comma 1, del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, i dati forniti dai candidati saranno raccolti presso la Provincia di Ascoli Piceno - Servizio Formazione Professionale e Politiche Attive del Lavoro per le sole finalità inerenti lo svolgimento del concorso ed in caso di eventuale costituzione del rapporto di lavoro, nei limiti necessari a perseguire le predette finalità.


ART. 15 - PROCEDIMENTO


Il Responsabile del Procedimento è individuato nella Dirigente del Servizio Formazione Professionale e Politiche Attive del Lavoro, dott.ssa Matilde Menicozzi.


ART. 16 - NORME DI RINVIO E PUBBLICAZIONE


Per quanto non espressamente previsto nel presente Bando si fa riferimento alle leggi ed ai regolamenti vigenti.

Il presente bando sarà pubblicato al BUR della Regione Marche, all’Albo Provinciale e sul sito Internet www.provincia.ap.it/formazionelavoro.


LA DIRIGENTE DEL SERVIZIO

(dott.ssa Matilde Menicozzi)


Comune di Acquasanta Terme.

Bando per la procedura di mobilità esterna volontaria per titoli e colloquio attitudinale per la copertura di un posto a tempo pieno di categoria giuridica B3 - economica B3 - profilo professionale di Collaboratore amministrativo.


Il Comune di Acquasanta Terme indice una procedura di mobilità esterna volontaria per titoli e colloquio attitudinale per la copertura di un posto a tempo pieno di categoria giuridica B3 - economica B3 - profilo professionale di collaboratore amministrativo.

Il bando integrale è disponibile sul sito internet del Comune di Acquasanta Terme - www.comune.acquasantaterme.ap.it oppure presso gli uffici comunali ai seguenti recapiti: ufficio personale 0736/801262 int. 423.

Scadenza presentazione domande: trentesimo giorno successivo alla data di pubblicazione dell’avviso del bando di mobilità in Gazzetta Ufficiale.

Responsabile del Procedimento: Dott. Pietro Fiscaletti.


IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

(Dott. Pietro Fiscaletti)


A.O. - Ospedali Riuniti Marche Nord - Pesaro.

Procedura di mobilità per la copertura di n. 1 posto di Dirigente medico - Disciplina: Cardiologia - Area Medica e delle Specialità Mediche.


In esecuzione della determina n. 659 del 02/10/2012


E’ INDETTO

1   ...   5   6   7   8   9   10   11   12   ...   25

Похожие:

Deliberazioni dell’ufficio di presidenza dell’assemblea legislativa regionale iconPresidente dell’assemblea legislativa regionale

Deliberazioni dell’ufficio di presidenza dell’assemblea legislativa regionale iconAssemblea legislativa regionale

Deliberazioni dell’ufficio di presidenza dell’assemblea legislativa regionale iconAssemblea legislativa regionale

Deliberazioni dell’ufficio di presidenza dell’assemblea legislativa regionale iconVerifica dell’apprendimento

Deliberazioni dell’ufficio di presidenza dell’assemblea legislativa regionale iconPaolo Dell'Olmo

Deliberazioni dell’ufficio di presidenza dell’assemblea legislativa regionale iconDell'economia e delle finanze

Deliberazioni dell’ufficio di presidenza dell’assemblea legislativa regionale iconPer le energie rinnovabili dell’Italia

Deliberazioni dell’ufficio di presidenza dell’assemblea legislativa regionale iconColoringCaramia M, Dell'Olmo p journal of heuristics

Deliberazioni dell’ufficio di presidenza dell’assemblea legislativa regionale icon150° anniversario dell’unità D’italia

Deliberazioni dell’ufficio di presidenza dell’assemblea legislativa regionale iconCiviltà sepolte. IL romanzo dell’archeo­

Разместите кнопку на своём сайте:
Библиотека


База данных защищена авторским правом ©lib.znate.ru 2014
обратиться к администрации
Библиотека
Главная страница