Deliberazioni dell’ufficio di presidenza dell’assemblea legislativa regionale




НазваниеDeliberazioni dell’ufficio di presidenza dell’assemblea legislativa regionale
страница3/25
Дата23.01.2013
Размер1.07 Mb.
ТипДокументы
1   2   3   4   5   6   7   8   9   ...   25

ATTI DI ORGANI STATALI DI INTERESSE REGIONALE


Avvocatura Generale dello Stato.

Corte costituzionale per la declaratoria di illegittimità costituzionale dell’art. 3 della legge della Regione Marche n. 26 del 1 agosto 2012, pubblicata sul BUR n. 77 del 9/8/2012, recante “Misure urgenti in materia di contenimento della spesa” per conrasto con gli artt. 3, 97 e 117, comma 3, della Costituzione.


AVVOCATURA GENERALE DELLO STATO


CORTE COSTITUZIONALE


RICORSO


del Presidente del Consiglio dei Ministri in carica, rappresentato e difeso dall’Avvocatura Generale dello Stato C.F. 80224030587, Pec ags_m2@mailcert.avvocaturastato.it, presso i cui uffici è legalmente domiciliato in Roma, via dei Portoghesi 12,


contro


Regione Marche, in persona del Presidente della Giunta Regionale pro tempore


per la declaratoria di illegittimità costituzionale


dell’art. 3 della legge della Regione Marche n. 26 del 1 agosto 2012, pubblicata sul BUR n. 77 del 9/8/2012, recante “Misure urgenti in materia di contenimento della spesa” per contrasto con gli artt. 3, 97 e 117, comma 3, della Costituzione


e ciò a seguito ed in forza


della delibera di impugnativa assunta dal Consiglio dei Ministri nella seduta del 28 settembre 2012.


* * *


1. Con la legge n. 26 del 1 agosto 2012, pubblicata nel Bollettino Ufficiale n. 77 del 9.8.2012, la Regione Marche introduce “Misure urgenti in materia di contenimento della spesa”.

L’art. 3 di tale legge dispone che “Al fine dell’attuazione dell’articolo 48, comma 2, primo capoverso, della legge statutaria 8 marzo 2005, n. 1 (Statuto della Regione Marche) e della riduzione della spesa di personale ai sensi dell’articolo 1, comma 557, della legge 27 dicembre 2006, n. 296 (Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato. Legge finanziaria 2007), la Giunta regionale e l’Ufficio di Presidenza dell’Assemblea legislativa includono i soggetti vincitori delle selezioni di cui alla legge regionale 15 ottobre 2001, n. 20 (Norme in materia di organizzazione e di personale della Regione) ed alla legge regionale 30 giugno 2003, n. 14 (Riorganizzazione della struttura amministrativa del Consiglio regionale) nelle dotazioni previste dall’articolo 34 della legge regionale 20/2001”.

Il riportato articolo 3 dispone quindi l’inserimento nelle dotazioni organiche dirigenziali della Regione Marche (c.d. ruolo ordinario ex art. 34 legge regionale n. 20/2001) dei dipendenti di ruolo della stessa Regione, appartenenti a varie qualifiche funzionali, ai quali, sulla base di una semplice prova selettiva riservata, erano stati conferiti incarichi dirigenziali a tempo determinato.

La norma, disponendo l’inserimento nei ruoli dirigenziali della Regione del suddetto personale, al quale erano stati conferiti incarichi dirigenziali a tempo determinato sulla base di una semplice prova selettiva riservata, configura una fattispecie di inquadramento riservato senza concorso che, in quanto tale, viola il principio costituzionale dell’accesso agli impieghi nelle pubbliche amministrazioni mediante concorso pubblico nonché i principi di ragionevolezza, efficienza e buon andamento della pubblica amministrazione, principi sanciti dagli artt. 3 e 97 della Costituzione.

Che il concorso pubblico, in quanto meccanismo strumentale al canone di efficienza della pubblica amministrazione costituisca la forma generale ed ordinaria di reclutamento per il pubblico impiego è stato costantemente affermato dalla Corte Costituzionale (sentenze n. 205/2004, n. 39/2004, n. 159/2005 e n. 127/2011).

Anche recentemente peraltro la Corte costituzionale ha sottolineato di aver ripetutamente affermato che “la facoltà del legislatore di introdurre deroghe al principio del concorso pubblico deve essere delimitata in modo rigoroso, potendo tali deroghe essere considerate legittime solo quando siano funzionali esse stesse al buon andamento dell’amministrazione e ove ricorrano peculiari e straordinarie esigenze di interesse pubblico idonee a giustificarle” (ex plurimis: sentenze n. 195, n. 150 e n. 100 del 2010, n. 293 del 2009), e, sulla base di tale rilevazione, ha ulteriormente affermato che “. . . deve escludersi la legittimità di arbitrarie restrizioni alla partecipazione alle procedure selettive...”, chiarendo che “...al concorso pubblico deve riconoscersi un ambito di applicazione ampio, tale da non includere soltanto le ipotesi di assunzione di soggetti precedentemente estranei alle pubbliche amministrazioni, ma anche i casi di nuovo inquadramento di dipendenti già in servizio...” (sentenze n. 150 del 2010, n. 293 del 2009, n. 205 del 2004)» (sentenza n. 90 del 2012).


* * * *


Pertanto, in base alle considerazioni che precedono, il Presidente del Consiglio dei Ministri, come in epigrafe rappresentato e difeso,


CHIEDE


che la Corte Ecc.ma voglia dichiarare costituzionalmente illegittimo l’art. 3 della legge della Regione Marche n. 26 del 1/8/2012, indicata in epigrafe, per contrasto con gli artt. 3, 97 e 117, comma 3, della Costituzione.

Si depositeranno, con l’originale notificato del presente ricorso:

1. Estratto della deliberazione del C.d.M. del 28 settembre 2012.

2. Copia della legge impugnata.


Roma, lì 4 Ottobre 2012


AVVOCATO DELLO STATO

(Maria Gabriella Mangia)


ATTI DI ENTI LOCALI E DI ALTRI SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI


Provincia di Ancona.

Determinazione del Dirigente n. 962 del 5/10/2012 - F.P. - Programma delle azioni anno 2010/2011 - FSE - Ob. competitività regionale e occupazione - POR FSE 2007/2013 - Approvazione graduatorie progetti formativi just in time - Asse I - Adattabilità presentati avviso pubblico multiasse DGP n. 378/11 - 6° tranche - 7° tranche - 8° tranche.


IL DIRIGENTE


omissis


DETERMINA


1. di approvare le graduatorie dei progetti formativi Just in Time Asse I Adattabilità (6° tranche -presentazione dal 17/05/12 al 12/07/12 - 7 ° tranche dal 13/07/12 al 06/09/12 - 8° tranche dal 07/09/12 al 11/09/12) presentati a valere sull’Avviso pubblico - Avviso Pubblico Multiasse DGP n. 378/11 POR FSE 2007-2013, rientranti nell’obiettivo specifico C Asse I Adattabilità Just in Time BANDO_MULTIMISURA_ADAT_JT_2011, redatte dal nucleo di valutazione e trasmesse con i verbali del 17/07/12 (ns. prot. n. 109153 del 19/07/12), del 20/09/12 (ns prot. n. 140759 del 20/09/12), del 06/09/12 (ns. prot. n. 134287 del 07/09/12), del 20/09/12 (ns prot. n. 134287 del 20/09/12), del 20/09/12 (ns. prot. n. 140981 del 20/09/12) come risulta dall’allegato n. 1 del presente provvedimento che ne costituisce parte integrante e sostanziale;


2. di individuare con successiva determinazione dirigenziale le assegnazioni finanziarie previste per l’attuazione delle attività finanziabili, tenuto conto di quanto stabilito dalla DGR n. 1552/09, relative i progetti formativi Asse I Adattabilità modalità Just in Time all’Avviso Pubblico Multiasse DGP n. 378/11 - VI° tranche (presentazione dal 17/05/12 al 12/07/12) - VII° tranche (presentazione dal 13/07/12 al 06/09/12) - VIII° tranche (dal 07/09/12 al 11/09/12);


3. di demandare al dirigente del Settore III Istruzione Formazione Lavoro, con proprio atto, l’individuazione dei progetti finanziabili fino a concorrenza delle risorse disponibili;


4. di dare atto, altresì, che avverso il presente provvedimento è possibile promuovere ricorso al Tar Marche entro 60 giorni, o in alternativa, ricorso straordinario al Capo dello Stato entro 120 giorni, a decorrere dalla notifica o dall’avvenuta conoscenza, di dare esecuzione al procedimento con il presente disposto designandone, a norma dell’art. 5 della legge 241/90, a responsabile del procedimento amministrativo il Dott. Federico Ferretti;


5. di dare atto, altresì, che avverso il presente provvedimento è possibile promuovere ricorso al Tar Marche entro 60 giorni, o in alternativa, ricorso straordinario al Capo dello Stato entro 120 giorni, a decorrere dalla notifica o dall’avvenuta conoscenza.


Ancona, lì 4 Ottobre 2012


IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

(Dott. Federico Ferretti)


IL RESPONSABILE D’AREA

(Dott. Massimo Rocchi)


IL DIRIGENTE

(Dott. Ing. Paolo Manarini)


Provincia di Fermo.

POR Marche FSE 2007-2013 Asse II Occupabilità - DD n. 36 del 20/04/2012 Borse di studio per la realizzazione di progetti di ricerca di laureati ed esperienze lavorative di diplomati presso soggetti ospitanti pubblici (Comuni della Provincia di Fermo con popolazione residente sotto le 5000 unità). Approvazione n. 3 graduatorie per soggetto ospitante ed individuazione dei beneficiari (Rif. DD n. 99 del 31/07/2012).


IL DIRIGENTE


omissis


DETERMINA


1) di prendere atto di quanto riportato nel verbale n. 7 del 24/09/2012 del Nucleo di Valutazione, agli atti di questo Ufficio;

2) di dichiarare concluso il procedimento relativo al Comune di Monterubbiano, quale soggetto ospitante di borsisti per lo sviluppo del progetto come specificato ai punti 1 e 2 dell’Avviso Pubblico approvato con propria Determinazione Dirigenziale n. 36/2012, poiché in presenza di un’unica domanda e ciò in contrasto con il dettato del suddetto punto 10 dell’Avviso Pubblico in oggetto;

3) di approvare le 3 graduatorie allegate al presente atto (Allegato A1) per fame parte integrante e sostanziale, disponendo la sua pubblicazione sul sito internet www.provincia.fm.it e, per estratto, sul Bollettino Ufficiale della Regione Marche e di farla pervenire per la dovuta diffusione a tutti gli uffici decentrati dell’Assessorato Settore Politiche del Lavoro e Formazione Professionale;

4) di individuare come beneficiari i n. 3 borsisti, collocati nella prima posizione di ogni singola graduatoria di progetto ed indicati con il termine “Ammesso e finanziato”, come riportato nella tabella A1, allegata al presente atto di cui forma parte integrante e sostanziale;

5) di stabilire per il giorno 01/10/2012 la data di avvio delle attività progettuali nei rispettivi soggetti ospitanti;

6) di rinviare ad un proprio successivo atto, da emanarsi successivamente all’avvio effettivo dell’iniziativa in oggetto, l’impegno individuale degli importi relativi ad ogni singolo borsista ammesso ed effettivamente avviato alla data del 01/10/2012;

7) di trasmettere il presente atto:

• All’Assessore alla Formazione Professionale, Scuola e Politiche del Lavoro;

• Al Dirigente del Servizio Economico Finanziario;

• di trasmettere il 2° originale del presente provvedimento dirigenziale al Segretario Generale per gli adempimenti previsti nello Statuto Provinciale.


IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

(Dr. Maurilio Cestarelli)


IL DIRIGENTE DEL SETTORE

(Dott. Giovanni Della Casa)


Provincia di Fermo.

T.U. “ACque Pubbliche” 1775/1933 e ss.mm. - Legge 36/1994 - L.R. 05/2006 - Concessione per piccola derivazione di acque pubbliche sotterranee ad uso igienico ed assimilati (ai sensi dell’art. 45 L.R. n. 5 del 9 giugno 2006), mediante n. 1 pozzo in sponda dx del fiume Tenna, particella catastale n. 52 del foglio mappale n. 206 del Comune di Fermo, di proprietà del Sig. Biondi Marino di Montottone (FM) e registrato al catasto dei pozzi con ID nr. 23155.


Si rende noto che la Ditta MARCHE ENREGIA Srl, con sede in Via G. Vittorio n. 14 nel Comune di Jesi (AN), su istanza acquisita agli atti del Settore Genio Civile della Provincia di Fermo in data 31/01/2012 prot. 0004072, corredata da indagine geologica ed idrogeologica a firma del Dr. Geol. Salvetti Savino (n. 451 Ordine dei Geologi delle Marche), ha richiesto il rilascio della concessione per piccola derivazione di acque sotterranee ad uso igienico ed assimilati (ai sensi dell’art. 45 LR n. 5 del 9 giugno 2006) mediante n. 1 pozzo, di proprietà del Sig. Biondi Marino residente in Via dei Cipressi, 1 Montottone (FM), situato in sponda dx del fiume Tenna in località C.da Girola nel Comune di Fermo, individuato catastalmente al mappale n. 206, particella catastale n. 52 e registrato al catasto dei pozzi con ID n. 23155.


Si informa che, in virtù dell’art. 10 lett. b della L. 241/1990, chiunque abbia interesse potrà prendere visione degli atti del procedimento depositati presso il Settore Genio Civile della Provincia di Fermo (viale Trento 97 - 63023 Fermo) ed estrarne copia.

In ordine a quanto sopra, si rappresenta che il presente Avviso rimarrà affisso all’Albo Pretorio Comunale per un periodo consecutivi di giorni 30 (trenta) entro cui, ai sensi dell’art. 13 comma 2 della L.R. 05/2006, potranno essere presentate eventuali opposizioni in bollo alla Amministrazione concedente (Provincia di Fermo), e in copia in carta semplice al Comune di Fermo (FM).

Si comunica, che il Responsabile del Procedimento è l’ing. Marco Trovarelli, funzionario della Provincia di Fermo, Settore Genio Civile, viale Tento, 97 - 63023 Fermo, 0734.232433, marco.trovarelli@provincia.fm.it.


per IL DIRIGENTE

(Marco Trovarelli)


Provincia di Macerata.

Determinazione dirigenziale n. 517 del 04-10-2012 - POR Marche FSE 2007/2013 - Asse II - DD n. 40/VI/11 - DD n. 40/VI/12 Avviso Pubblico volto alla concessione di Voucher Formativi a destinatari di lavoratori in mobilità in deroga. Approvazione VI Graduatoria CIOF di Civitanova M. e concessione aiuto - spesa E 10.800,00.

IL DIRIGENTE


omissis


DETERMINA


• di prendere atto del verbale della Commissione Esaminatrice del CIOF di Civitanova Marche, nominata con DD n. 66/VI/12 riferito alla valutazione delle prime domande di aiuto presentate ai sensi ed in conformità dell’Avviso Pubblico emanato con DD n. 40/VI/12;

• di approvare la graduatoria della domanda di cui al punto precedente elaborata dalla Commissione del CIOF di Civitanova Marche così come riportata nel prospetto, identificato come “Allegato A”, allegato al presente atto del quale costituisce parte integrante e sostanziale;

• d dichiarare, in relazione alle disponibilità finanziarie dell’Avviso di cui alla citata DD n. 40/VI/12, le posizioni della graduatoria approvata con il presente atto utili al finanziamento per un importo pari ad E 10.800,00;

• di concedere, a titolo di voucher formativo, a ciascuno dei titolari delle domande presenti nella graduatoria approvata con il presente atto l’aiuto rispettivamente indicato a fianco delle singole domande nel citato “Allegato A”;

• di prescrivere, a pena di decadenza parziale o totale dall’aiuto concesso con il presente atto, ai beneficiari il puntuale assolvimento, di tutti gli adempimenti e obblighi previsti dai rispettivi bandi di riferimento;

• di dare atto che la spesa si determina a seguito della decisione di cui al punto precedente, complessivamente pari a 10.800,00 euro, trova copertura finanziaria sulle risorse assegnate come di seguito specificato:

• al capitolo di spesa n. 1623 con riferimento all’accertamento n. 183, impegno di spesa n. 217/2012, assunto con DD n. 40/VI/12;

• di dare incarico al CIOF di Civitanova Marche di comunicare a tutti gli interessati le risultanze del presente atto, con eventuali prescrizioni specifiche, e di consegnare loro il titolo (voucher/coupon) attestante il diritto all’iscrizione al corso;

• di dare atto che il Voucher formativo trasferito dai beneficiari all’ente gestore che realizza il corso al quale questo è finalizzato può consentire all’Amministrazione provinciale di liquidare ed erogare direttamente a quest’ultimo l’importo corrispondente al Voucher stesso;

• di subordinare la liquidazione dell’importo concesso, alla verifica della documentazione, contabile ed amministrativa, che gli interessati, in conformità all’Avviso di riferimento, dovranno produrre a rendicontazione dell’attività realizzata e del mantenimento di tutti i requisiti previsti e dichiarati in domanda;

• di dare atto che l’azione riguarda l’Avviso Pubblico promosso con DD n. 40/VI/12 si classifica, nell’ambito del POR Marche OB.2 - FSE 2007/2013, come indicato nel seguente prospetto

ASSE

II - OCCUPABILITÀ

Obiettivo Specifico “E”

• Attuatore politiche del lavoro attive e preventive

Tipologie di progetto

• Formazione per finalizzata al reinserimento lavorativo

Attività

• Percorsi integrati e personalizzati per l’inserimento e il reinserimento lavorativo

Categoria di spesa

• 66

Descrizione Categoria di Spesa

• Attuazione di misure attive e preventive sul mercato del lavoro

CUP

• 06 011171020


• di pubblicare il presente atto sul BUR Marche, all’Albo Pretorio della Provincia di Macerata e sul sito istituzionale dell’Ente;

• di dare atto che, conseguentemente alle decisioni assunte con il presente provvedimento, per l’attuazione degli interventi, permane la seguente disponibilità finanziaria:


Avviso Pubblico approvato con DD n. 40/VI/12 E 245.298,00.


Macerata, lì 4 Ottobre 2012


IL DIRIGENTE DEL SETTORE

(Gattafoni Graziella)


Provincia di Macerata.

Determinazione dirigenziale n. 518 del 04-10-2012 - POR Marche FSE 2007/2013 - Asse I - DD n. 539/VI/11 Avviso pubblico volto alla concessione di voucher formativi a destinatari di ammortizzatori sociali in deroga. Approvazione VIII Graduatoria CIOF di Civitanova M. e concessione aiuto - spesa E 20.350,00.


IL DIRIGENTE


omissis


DETERMINA


- di prendere atto del verbale della Commissione Esaminatrice del CIOF d Civitanova Marche, nominata con DD n. 66/VI/12 riferito alla valutazione delle prime domande di aiuto presentate ai sensi ed in conformità dell’Avviso Pubblico emanato con DD n. 539/VI/12;

- di approvare la graduatoria delle domande di cui al punto precedente elaborata dalla Commissione del CIOF di Civitanova Marche così come riportata nel prospetto, identificato come “Allegato A”, allegato al presente atto, del quale costituisce parte integrante e sostanziale;

- di dichiarare, in relazione alle disponibilità finanziarie dell’Avviso di cui alla citata DD n. 539/VI/11, tutte le 42 posizioni della graduatoria approvata con il presente atto utili al finanziamento per un importo pari ad E 20.350,00;

- di concedere, a titolo di voucher formativo, a ciascuno dei titolari delle domande presenti nella graduatoria approvata con il presente atto l’aiuto rispettivamente indicato a fianco delle singole domande presenti nel citato “Allegato A”;

- di prescrivere a pena di decadenza parziale o totale dall’aiuto concesso con il presente atto, ai beneficiari il puntuale assolvimento di tutti gli adempimenti e obblighi previsti dai rispettivi bandi di riferimento;

- di dare atto che la spesa che si determina a seguito della decisione di cui al punto precedete, complessivamente pari a 20.350,00 euro, trova copertura finanziaria sulle risorse assegnate al capitolo di spesa n. 1622 del Bilancio 2011, con riferimento all’impegno di spesa n. 2553/2011, assunto con DD n. 539/VI/2011 e al capitolo di spesa n. 182 acc. impegno di spesa n. 353/2011 assunto con DD n. 539/VI/2011;

- di dare incarico al CIOF di Civitanova Marche di comunicare a tutti gli interessati le risultanze del presente atto, con eventuali prescrizioni specifiche, e di consegnare loro il titolo (voucher/coupon) attestante il diritto all’iscrizione al corso;

- di dare atto che il Voucher formativo trasferito dai beneficiari all’ente gestore che realizza il corso al quale questo è finalizzato può consentire all’Amministrazione provinciale di liquidare ed erogare direttamente a quest’ultimo l’importo corrispondente al Voucher stesso;

- di subordinare la liquidazione dell’importo concesso, alla verifica della documentazione, contabile ed amministrativa, che gli interessi, in conformità all’Avviso di riferimento, dovranno produrre a rendicontazione dell’attività realizzata e del mantenimento di tutti i requisiti previsti e dichiarati in domanda;

- di dare atto che l’azione riguarda l’Avviso Pubblico promosso con DD n. 539/VI/11 si classifica, nell’ambito del POR Marche - Ob.2 - FSE 2007/2013, come indicato nel seguente prospetto

1   2   3   4   5   6   7   8   9   ...   25

Похожие:

Deliberazioni dell’ufficio di presidenza dell’assemblea legislativa regionale iconPresidente dell’assemblea legislativa regionale

Deliberazioni dell’ufficio di presidenza dell’assemblea legislativa regionale iconAssemblea legislativa regionale

Deliberazioni dell’ufficio di presidenza dell’assemblea legislativa regionale iconAssemblea legislativa regionale

Deliberazioni dell’ufficio di presidenza dell’assemblea legislativa regionale iconVerifica dell’apprendimento

Deliberazioni dell’ufficio di presidenza dell’assemblea legislativa regionale iconPaolo Dell'Olmo

Deliberazioni dell’ufficio di presidenza dell’assemblea legislativa regionale iconDell'economia e delle finanze

Deliberazioni dell’ufficio di presidenza dell’assemblea legislativa regionale iconPer le energie rinnovabili dell’Italia

Deliberazioni dell’ufficio di presidenza dell’assemblea legislativa regionale iconColoringCaramia M, Dell'Olmo p journal of heuristics

Deliberazioni dell’ufficio di presidenza dell’assemblea legislativa regionale icon150° anniversario dell’unità D’italia

Deliberazioni dell’ufficio di presidenza dell’assemblea legislativa regionale iconCiviltà sepolte. IL romanzo dell’archeo­

Разместите кнопку на своём сайте:
Библиотека


База данных защищена авторским правом ©lib.znate.ru 2014
обратиться к администрации
Библиотека
Главная страница