La gestione del rischio unione degli industriali della provincia bergamo




НазваниеLa gestione del rischio unione degli industriali della provincia bergamo
страница8/26
Дата05.10.2012
Размер0.53 Mb.
ТипДокументы
1   ...   4   5   6   7   8   9   10   11   ...   26

flussi di cassa positivi sono generati dal risparmio dovuto alle minori perdite per eventi incidentali conseguenti alla implementazione delle azioni di risk management, dai vantaggi monetari indiretti, ecc.

Con queste premesse, la convenienza economica di ogni alternativa di investimento deve essere valutata secondo le regole tradizionali di valutazione di un investimento finanziario, ovvero analizzando i flussi di cassa generati nel tempo e calcolando il Valore Attuale Netto (VAN) dell’investimento stesso.




In generale gli investimenti di risk management sono caratterizzati da un VAN inferiore a zero.

2. Effetti finanziari. Le perdite da rischi operativi / puri generano un andamento variabile dei redditi aziendali, con conseguenze potenzialmente molto gravi sull’equilibrio finanziario dell’impresa: il risk management sostituisce all’andamento variabile dei costi delle perdite il flusso regolare dei costi della prevenzione e/o della protezione.




La sicurezza finanziaria garantita dall’implementazione di un sistema di risk management rappresenta quindi per l’impresa un vantaggio tale da giustificare un investimento economicamente non conveniente (ovvero caratterizzato da VAN negativo).



3. L’avversione al rischio dell’impresa, infine, rappresenta la maggiore o minore propensione ad accettare situazioni di rischio.

Essa si concretizza nella enunciazione di una “politica di protezione aziendale nei confronti del rischio”, il cui impatto sul valore dell’impresa (esaminato nei capitoli precedenti) costituisce un altro importante elemento a favore dell’approccio di Risk Management.


ANALISI DEI RISCHI




1. Introduzione all’analisi dei rischi

Nessuna azienda modernamente gestita ha interesse nell’ignorare una situazione di rischio prevedibile.

La conoscenza dei rischi potenziali è il passo fondamentale verso la loro soluzione.

Fino all’avvento della rivoluzione industriale i rischi erano fatti risalire a quattro cause principali:

  • Naturali (terremoti, allagamenti, fulmini ecc.)

  • tecnologici (crolli di ponti, case, dighe ecc.)

  • individuali (ferimenti, malattie, cadute ecc.)

  • collettivi (guerre, carestie ecc.)

Alla luce delle limitate conoscenze scientifiche i rischi collegati alla tecnologia erano sufficientemente gestiti mediante misure di prevenzione semplici pur se efficaci.

Con l’avvento della società industriale i rischi diventano più numerosi e qualitativamente più articolati, quindi appare necessario cambiare approccio.

Quando i rischi diventano, numerosi, complessi, interrelati, l’identificazione deve procedere attraverso un percorso chiaro, sistematico, rigoroso, utilizzando adeguati “strumenti di indagine”.
Gli strumenti di indagine devono rappresentare:

  • modelli di analisi e scomposizione di realtà complesse

  • metodiche di ricerca e “riclassificazione” di dati ed informazioni che si presentano in modo disarticolato

  • logiche di approccio da imparare con semplici esempi per poi applicarle a qualunque situazione complessa.

Le tecniche di Analisi di Rischio, come strumenti di indagine, diventano in sostanza un prerequisito per una corretta gestione dei rischi.

Perché un’Analisi del Rischio? Le ragioni sono diverse, tra queste le più significative:

  • Conoscere i rischi per gestirli con efficacia

  • Rimuovere o ridurre i fattori di insuccesso

  • Ridurre i costi totali del rischio

  • Evitare sorprese

Obiettivi principali dell’Analisi di Rischio si possono riassumere come segue:

  • identificare i pericoli potenziali

1   ...   4   5   6   7   8   9   10   11   ...   26

Похожие:

La gestione del rischio unione degli industriali della provincia bergamo iconUnione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti – onlus

La gestione del rischio unione degli industriali della provincia bergamo iconInternational Association of University Professors & Lecturers
«regola del 90%» abilitazioni scientifiche. IL punto finanziamenti. Arriva IL multifondo 2012 ricerca. IL finanziamento degli under...
La gestione del rischio unione degli industriali della provincia bergamo iconDella learning community del Centro Studi di Terapia della Gestalt

La gestione del rischio unione degli industriali della provincia bergamo iconRutas del romanico en la provincia de pontevedra

La gestione del rischio unione degli industriali della provincia bergamo iconProgramma del Corso di Biocristallografia per la Laurea Specialistica in Biotecnologie Molecolari ed industriali

La gestione del rischio unione degli industriali della provincia bergamo icon«Ecco ora IL momento favorevole» (2Cor 6,2)
«collaboratori della gioia», che ci è chiesta di testimoniare nell’oggi della storia, I laici di Azione Cattolica intendono assumere...
La gestione del rischio unione degli industriali della provincia bergamo iconLo scopo del Notiziario Europeo è di fornire al lettore una panoramica delle principali novità riguardanti l’attività delle Istituzioni dell’Unione Europea e di casaliguria

La gestione del rischio unione degli industriali della provincia bergamo iconElenco monografie della biblioteca dell’Istituto per le Applicazioni del Calcolo “Mauro Picone” – cnr – Sezione di Napoli

La gestione del rischio unione degli industriali della provincia bergamo iconFilosofia si è arricchita nel 1963 del Corso di laurea in Lingue e letterature straniere moderne poi posto ‘ad esaurimento’ con la nascita della Facoltà di

La gestione del rischio unione degli industriali della provincia bergamo iconRegolamento didattico del Corso di Laurea in Lingue e Culture del Mediterraneo e del Medio Oriente (medor)

Разместите кнопку на своём сайте:
Библиотека


База данных защищена авторским правом ©lib.znate.ru 2014
обратиться к администрации
Библиотека
Главная страница